Sono 14 i punti di ricarica installati a Torino Porta Susa, parte di un piano che porterà 1.200 colonnine in tutta Italia

La mobilità elettrica ha bisogno di colonnine di ricarica, fulcro sul quale si baserà la diffusione di auto a batterie. Auto sempre più presenti nei listini italiani e anche nella gamma di Leasys, controllata di FCA e dedicata ai noleggi auto a breve e lungo termine.

Per supportare la propria flotta elettrificata l’azienda ha da tempo avviato un progetto che la porterà ad avere 1.200 colonnine di ricarica negli oltre 400 Leasys Mobility Store sparsi per il territorio italiano, assieme a centri urbani, aeroporti, porti e stazioni ferroviarie come quella di Torino Porta Susa.

Basta la targa

Presso lo scalo torinese – grazie anche al supporto di Enel X –sono state infatti installate 14 nuove colonnine da 22 kW dedicate esclusivamente ai clienti Leasys. Stazioni di ricarica operative 7 giorni su 7, dalle 5 alle 24.00, utilizzabili senza bisogno di tessere o altro: basterà infatti far leggere la targa della vetture per avviare la ricarica.

Un progetto che vede anche la partecipazione di Metropark, società controllata da FS, con la quale Leasys collaborerà anche in futuro per installare nuovi punti di ricarica in altre stazioni italiane.

Arrivano nuove elettrificate

La sempre crescente presenza di colonnine servirà a supportare al meglio la maggior elettrificazione Leasys, pronta ad accogliere nei prossimi mesi nuovi modelli come la Fiat 500 elettrica e le plug-in firmate Jeep, vale a dire Renegade e Compass 4xe. Sempre più modelli a batteria che, nei piani dell’azienda, comporranno il 60% della flotta entro il 2021.

Fotogallery: La Fiat 500e (elettrica) vista dal vivo