La pandemia da coronavirus ha bloccato praticamente ogni aspetto del mondo del lavoro (e naturalmente non solo) imponendo uno stop anche all’EuroNCAP, l’ente europeo che valuta la sicurezza delle auto commercializzate nel Vecchio Continente.

Prove riprese nei giorni scorsi e che hanno avuto come protagonista la nuova Toyota Yaris, che ne è uscita con 5 stelle (il massimo dei voti) dopo aver superato i nuovi e più severi test presentati dall’EuroNCAP a inizio anno ma mai messi in pratica.

Com’è andata

La piccola giapponese ha ottenuto la valutazione più alta facendo registrare valori molto buoni in tutte e 4 le aree prese in considerazione (protezioni adulti, bambini, pedoni e sistemi di sicurezza a bordo). Votazioni che dicono rispettivamente 86%, 81%, 78%  e 85%.

A penalizzare leggermente la Toyota Yaris ci sono, per quanto riguarda la protezione adulti, da strutture potenzialmente dannose nel cruscotto, mentre la protezione dai vari urti (frontale, posteriore, laterale) sono tutte risultate di buon livello, grazie anche al nuovo airbag centrale. Stesso dicasi per la protezione bambini.

Premiati anche i vari sistemi di assistenza alla guida che, sulla Yaris, sono più che completi e non hanno nulla da invidiare a modelli di segmento superiore, compresa la telecamera per i rilevamento dell’attenzione da parte del guidatore.

Fotogallery: Toyota Yaris 2020, i crash test EuroNCAP