Sono in arrivo speciali sensori ad alta precisione che poi debutteranno anche su MINI e Rolls Royce

Percepire l'asfalto è un aspetto fondamentale per un'auto sportiva, che più di altre ha un rapporto molto speciale con il "terreno". Le BMW hanno sempre tenuto molto in considerazione questo aspetto, specie sui modelli sportivi M, ma la Casa dell'Elica è andata oltre ed ha avviato una partnership commerciale con la Tactile Mobility, leader nella tecnologia di rilevamento tattile e conversione in dati virtuali, per rendere le sue auto ancora più "sensibili".

Analizzare la strada

Grazie a questa collaborazione le auto del Gruppo BMW (quindi anche MINI e Rolls-Royce) utilizzeranno un software specifico, il VehicleDNA, in grado di analizzare le caratteristiche del manto stradale su cui si viaggia.

Fotogallery: BMW M4, M4 GT3 Teaser

Questa tecnologia consente ai sistemi BMW di adattare meglio l'auto alle condizioni della strada, modificando ad esempio i settaggi delle sospensioni, la spinta del motore, la frenata e altro ancora, in modo più rapido e preciso.

Come funziona e quando arriva

Il software Tactile Mobility utilizza sensori incorporati - e non visibili - per raccogliere informazioni sulla dinamica del veicolo in tempo reale. In poche parole, consente all'auto di "sentire" la strada.

In più c'è il sistema SurfaceDNA, che è capace di vedere a distanza i cambiamenti nel manto stradale, permettendo così a BMW di anticipare il giusto settaggio.

Boaz Mizrachi, Co-Founder di Tactile Mobility, ha detto:

"Siamo entusiasti di collaborare con il BMW Group per equipaggiare i loro veicoli di oggi e di domani con il 'senso del tatto', dimostrando al contempo la fattibilità commerciale di questa tecnologia all'avanguardia."

Il software Tactile Mobility sarà integrato nei modelli di nuova generazione del BMW Group a partire dal 2021, su scala globale.