Per Kia è in corso un piano industriale chiamato Plan S, che ha come obiettivo il passaggio dai motori a combustione a quelli elettrificati. E fra i vari punti di questo piano, c'è anche un'offerta di noleggio "rapido" chiamato KiaMobility.

L'offerta è simile - ma non sostitutiva - a quella dei Car Sharing, in cui le auto sono disposte su determinate aree "hub" ed è possibile avviare il proprio noleggio attraverso l' dedicata di KiaMobility.

Noleggi anche per la periferia

La differenza rispetto ai car sharing tradizionali è sostanzialmente la zona di attività: anziché limitarsi ai centri cittadini, KiaMobility punta a "convertire" i concessionari nelle zone di periferia in hub, permettendo così anche a chi abita distante dal centro di sfruttare questo tipo di mobilità.

In quali città sarà attivo

La prima città campione scelta è Milano, soprattutto per quanto riguarda l'area a Nord del capoluogo lombardo. Dopo una prima fase di test e rodaggio dell'app, sarà possibile iniziare a prenotare le proprie vetture.

Per il momento non è stato confermato dove si estenderà questo servizio, anche se probabilmente in coda a Milano ci saranno capoluoghi come Torino e Roma (quest'ultima anche impegnativa su certi aspetti, vista l'estensione della sua cintura di periferia).

L'app di KiaMobility

Stando a quanto riferito da Kia, l'app sarà "presto disponibile" su Apple Store e Google Play. Non ci sono ancora informazioni sulle condizioni di noleggio, che dovrebbero arrivare prossimamente.

Giuseppe Bitti, ad di Kia Motors Italia, ha detto:

"Dobbiamo iniziare a guardare al futuro e pensare a Kia come un provider di sistemi di mobilità e non più come solo un costruttore di autoveicoli. KiaMobility guarda diretto al Plan S e alla sua realizzazione concreta, ponendoci nelle condizioni di poter offrire dei servizi facendo base sulla nostra rete dealer e utilizzando il meglio della nostra gamma elettrificata"