Lo stand ASI espone i fiori all'occhiello storici della carrozzeria torinese, con modelli dal 1949 a oggi

All'edizione 2020 di Milano AutoClassica, in programma da venerdì 25 a domenica 27 settembre nei padiglioni di Fiera Milano Rho, non poteva mancare l'Automotoclub Storico Italiano (ASI).

Nel suo stand, al padiglione 22, si trova un'esposizione molto particolare: una collezione dei modelli storici Pininfarina in occasione dei 90 anni del marchio, oltre a collegamenti ai 110 anni di Alfa Romeo e alle collaborazioni con Ferrari.

Pininfarina con Alfa Romeo e Ferrari

Per celebrare l'anniversario del noto carrozziere torinese, sono messe in mostra 14 vetture fra passato, presente e futuro del design Pininfarina.

Si parte, infatti, dall'immediato dopoguerra con l'Alfa Romeo 6C 2500 SS Coupé del 1949, e si passa per la Lancia Flaminia Coupé del 1962 per arrivare alla Ferrari 275 GTB del 1966, fino ai tempi più recenti con la concept car Pininfarina Cambiano, svelata al Salone di Ginevra del 2012.

Fotogallery: Pininfarina, le collaborazioni con Alfa Romeo, Lancia e Ferrari

Le molte collaborazioni di Pininfarina con Alfa Romeo creano l'occasione per celebrare anche i 110 anni del Biscione, con modelli come Giulietta Spider, Duetto "osso di seppia" e Spider Tipo 916, che ripercorrono la storia dagli Anni '50 al nuovo millennio, fino alla 2uettottanta del 2010, creata in occasione degli 80 anni di Pininfarina.

E non poteva mancare un tributo al fortunato binomio Ferrari-Pininfarina, dal quale sono nati storici modelli come la Dino 246 GTS del 1969 e la più recente la più recente Pininfarina Sergio del 2013. Tra l'altro, entrambe con i nomi dei figli dei fondatori, Enzo Ferrari e Battista "Pinin" Farina.

Pininfarina, le collaborazioni con Alfa Romeo, Lancia e Ferrari
Pininfarina, le collaborazioni con Alfa Romeo, Lancia e Ferrari

Infine, ci sono alcuni esempi di collaborazioni di Pininfarina con brand d'Oltreoceano: la Nash Healey Spider del 1953 e la Cadillac Allanté Cabriolet del 1987.

Altre attività dell'ASI

Nel programma ASI per l'edizione 2020 di Milano AutoClassica, è presente anche l'esposizione della scocca in alluminio interamente battuta a mano della Ferrari 250 GT Berlinetta "Passo Corto" del 1959 - oggi considerata una vera opera d'arte - grazie alla collaborazione con ModenArt.

Sabato 26 settembre alle ore 11:00 è prevista la consegna del "Premio ASI per il Motorismo Storico", attribuito a chi più chi si è dimostrato vicino al settore automobilistico e motoristico italiano. L'anno scorso il premio è stato attribuito alla Presidente del Senato Maria Alberti Casellati, mentre quest'anno spetta all'ingegner Giampaolo Dallara.

Pininfarina, le collaborazioni con Alfa Romeo, Lancia e Ferrari

Infine, domenica 27 settembre si festeggia la Giornata Nazionale del Veicolo d'Epoca, iniziativa promossa da ASI per, dice la nota, "celebrare il patrimonio tecnico e culturale del motorismo storico, eccellenza italiana che non ha pari al mondo".

In occasione di questa giornata, in tutta Italia sono organizzati raduni, esposizioni, mostre, convegni e ciò che può raccontare la storia del motorismo, con l'obiettivo di far conoscere - e non far dimenticare - le tradizioni automobilistiche dei decenni passati.