Torna il classico evento di regolarità per auto storiche, con l’edizione numero 10

Il 2020 è stato un anno in cui l’epidemia dovuta al Coronavirus ha causato la cancellazione di molti eventi. Compresi quelli automobilistici. I saloni dell’auto sono stati annullati, gran premi si disputano senza pubblico sugli spalti e non è più possibile organizzare i grandi raduni, per evitare assembramenti.

Per fortuna, però, non tutte le iniziative sono state rimandate al 2021 e così i motori delle splendide auto storiche iscritte alla decima edizione del “Terre di Canossa” si riaccendono. 

Si festeggiano 10 anni

Con il decimo anno si festeggia dedicando la manifestazione a Matilde di Canossa Regina d’Italia del XII secolo, caratterizzando il percorso seguendo il tema medioevale

Dopo le verifiche a Salsomaggiore Terme, si parte il 1 ottobre dal Castello di Tabiano, struttura dell’XI secolo, toccando via via altre location suggestive, come il Castello di Filattiera dei Malaspina (datato tra il XII e il XIII secolo) la rocca del Boiardo del XII secolo.

Fotogallery: Terre di Canossa 2019

Un percorso di 650 km

Tra i passaggi più suggestivi del percorso lungo 650 km c’è sicuramente il passo della Cisa, per arrivare a sfilare con le auto alle Cinqueterre. Proseguendo poi per Forte dei Marmi e raggiungendo Lucca, con le sue splendide mura a fare da sfondo per un’altra sfilata. 

Il tutto mentre la gara di regolarità di svolge tra una cinquantina di prove a cronometro, quattro prove di media con rilevamenti segreti e due trofei speciali, con arrivo il 4 ottobre.

Fotogallery: Terre di Canossa 2020