Anche quest'autunno è carico di promozioni. Vediamole in dettaglio

E’ passato un settembre con molte offerte in cui c'è stata anche la prima crescita dell'anno grazie agli incentivi. Ora ottobre si muove su due piani: da una parte c'è la necessità di continuare la ripresa e dall’altra esiste il timore di peggioramenti legati al contenimento della pandemia di Coronavirus. Inoltre nel decreto Agosto gli incentivi non sono stati rifinanziati.

Le case auto si stanno comunque muovendo con un certo ottimismo: al di là dell’acquisto in sicurezza, con procedure anti-Covid ormai collaudate anche per i servizi online, continuano le offerte speciali, molte delle quali puntano effettivamente ad un minor esborso di denaro nella fase iniziale di acquisto.

C’è di tutto: dal pagamento completo della vettura in due fasi, con le rate iniziali più basse, al tipico finanziamento con mini rate e valore futuro garantito, fino a sistemi come noleggi o leasing presi in prestito dal mondo delle aziende.

Le offerte auto di ottobre 2020

Anche senza incentivi statali, restano gli sconti

Una cosa, sicuramente, è cambiata rispetto a settembre: come dicevamo le case parlano di incentivi statali solo dove sono rimasti i fondi, ossia in presenza di un motore elettrico o ibrido.

Le auto in promozione sono le stesse, con motori di ogni tipo e con valori di emissioni più o meno alti, ma soprattutto, grazie al contributo delle case, più o meno il valore totale dello sconto non cambia rispetto a prima: a variare sono casomai le condizioni di acquisto, come ad esempio la necessità o meno di rottamazione o permuta. Con l’obiettivo di favorire gli acquisti, in un periodo in cui si presentano sempre nuovi modelli. Qualche esempio di sconti e di servizi aggiuntivi:

  • Citroen C3 restyling: sconto di 3.200 euro
  • Dacia Lodgy dCi: sconto di 1.250 euro, rate da 5 euro al giorno, assicurazioni comprese
  • Jeep Compass 4xe: sconto di 7.600 euro con ecobonus statale e rottamazione, finanziamento Flexi con prima rata a 1, 3 o 6 mesi
  • Fiat Tipo Sport: sconto di 6.350 euro
  • Ford Focus 5 porte Hybrid: circa 5.600 euro di sconto, solo con rottamazione, protezione sul credito
  • Honda Civic 5p 1.6: sconto da 4.500 fino a 6.250 euro, in base agli incentivi statali
  • Hyundai i30 1.0 TGDI: sconto di 5.450 euro, solo con rottamazione, 4 anni assicurazione furto e incendio
  • Kia e-Niro: vantaggi fino a 12.000 euro, 3 anni di assicurazioni e 7 anni di garanzia e manutenzione programmata, con ecoincentivi e permuta o rottamazione
  • Lexus UX Hybrid: sconto di 5.500 euro 
  • Mahindra XUV500: prima rata dopo 120 giorni o 180 giorni
  • Nissan Juke: sconto di 4.670 euro, assicurazione sul credito, solo con rottamazione
  • Renault Captur Plug-In Hybrid: oltre 8.500 euro di vantaggi, compresi incentivi statali, con rottamazione
  • Seat Ateca 1.0 TSI: sconto di circa 5.000 euro, due anni garanzia aggiuntiva
  • Skoda Kamiq G-Tec: sconto di 3.240 euro, compreso ecobonus statale
  • Toyota Prius: sconto di 6.650 euro, solo con rottamazione
  • Volkswagen Polo 1.0: sconto di 2.329 euro, rate da 99 euro

Attenti al leasing: la formula del futuro?

Avevamo visto a settembre come molte case automobilistiche, soprattutto premium, hanno aggiunto alle proposte di acquisto anche formule come leasing e a noleggio a lungo termine, proponendo anche soluzioni per privati, con IVA dichiarata. Sembra che questa formula si stia espandendo, come è possibile verificare da alcuni esempi, che comprendono non solo il costo della vettura ma anche numerosi servizi, dal bollo all’assicurazione:

  • Alfa Romeo Stelvio Super 2.2 turbodiesel: 48 rate da 349 euro per 1.000 km, 0,09 o 0,18 euro per ogni km in più
  • BMW Serie 5 con leasing operativo Why-Buy Evo: 350 euro al mese, comprendenti pacchetti specifici di servizi
  • Mercedes Classe A 250e EQ-Power Premium myMobilityPass: 595 al mese IVA esclusa, compresi servizi
  • Opel Corsa-e con Free2Move Lease: 279 euro al mese, pacchetto protezione salute gratis per un anno, con ecobonus statale
  • Peugeot E-2008 GT con Free2Move Lease: 360 euro al mese, con ecobonus statale

D’altra parte, lo stato favorisce anche fiscalmente le vetture più recenti, e gli enti territoriali tendono a bloccare o limitare sempre di più le vetture più inquinanti: tra svalutazione rapida, e necessità di aggiornarsi, il pagamento di una quota fissa mensile per un’auto sempre nuova può essere un’alternativa interessante. Si può cambiare spesso auto, e anche senza possederla si è certi di avere un modello che può circolare il più possibile -e a volte anche di livello superiore.

Quando il finanziamento copre tutto il credito

C’è però chi rimane fedele al tradizionale acquisto di un’automobile per possederla: di solito è una soluzione preferita da chi sceglie utilitarie, da tenere per lungo tempo e con le quali percorrere pochi chilometri, a costi di manutenzione e utilizzo piuttosto bassi. Un paio di esempi:

  • Mahindra XUV 500: anticipo 5.457 euro, 81 rate da 259 euro e prima rata a 120 giorni, oppure anticipo 5.280 euro, 79 rate da 259 euro, prima rata a 180 giorni
  • Lancia Ypsilon Silver Hybrid: 8.900 euro, zero anticipo, 24 rate da 98,58 euro, 72 da 147,15 euro

Le due modalità di acquisto sono diverse: nel primo caso, più tradizionale, c’è un anticipo, e le rate sono tutte uguali, iniziando a pagare un po’ più tardi a seconda del tipo di promozione; nel secondo, non c’è anticipo, si paga meno per i primi due anni, e un po’ di più, ma sempre a tasso agevolato, per gli anni successivi.