Il termine ultimo per la decisione dell’antitrust europeo sulla fusione tra FCA e PSA è fissato a febbraio 2021, ma già oggi arriva il via libera per la nascita di Stellantis.

Una notizia non ancora ufficiale e riportata dalla Reuters, che cita una fonte vicina alla Commissione Europea. Un via libera che, se confermato, sancirà la nascita di quello che sarà il quarto Gruppo automobilisti mondiale.

No comment

Interpellati dall’agenzia stampa sia Commissione Europea, sia i portavoce di FCA e PSA si sono rifiutati di commentare l’indiscrezione, ma tutto sembra ormai essere deciso.

La decisione arriva dopo una attenta analisi sul tema veicoli commerciali: i timori dell’antitrust europeo infatti riguardavano il mercato dei veicoli da trasporto merci, con Stellantis che avrebbe rappresentato il 40% circa del mercato. Troppo secondo le stime dell’Europa.

Una paura quietata dalla promessa da parte di PSA di rafforzare la collaborazione con Toyota, con la quale il Gruppo francese ha una joint venture proprio per quanto riguarda i veicoli commerciali, e incrementare la produzione del Proace nella fabbrica di Sevel.

Calendario rispettato

Nonostante la pandemia da coronavirus e le investigazioni da parte della Commissione Europea la fusione tra FCA e PSA sembra procedere senza grossi problemi, con l’obiettivo di completare le operazioni di fusione entro il primo quadrimestre del 2021.

Una fusione che dovrà affrontare grandi sfide, dalla crisi economica dovuta al COVID-19 all’elettrificazione della gamma, con PSA che ha presentato la nuova piattaforma eVMP dedicata proprio ai modelli a emissioni zero, mentre FCA ha lanciato ufficialmente la Fiat 500 elettrica, primo modello a batterie del marchio.