La cessione delle quote PSA in Faurecia apre la strada verso la nascita del nuovo gruppo a fine marzo 2021

In un comunicato congiunto i consigli di amministrazione di FCA e Groupe PSA confermano i progressi verso il "perfezionamento della fusione" che darà vita a Stellantis, il quarto costruttore di auto al mondo.

Nell'annuncio, che parla anche di un perfezionamento dell'operazione "entro la fine del primo trimestre 2021" è inserito anche un altro passo in avanti verso la fusione, ovvero la cessione delle quote di Faurecia detenute da Groupe PSA.

Nessun controllo su Faurecia, come da accordi

Prima della fusione il gruppo francese si impegna a cedere fino a circa il 7% del capitale azionario di Faurecia, il colosso della componentistica auto, in modo che Stellantis non ne acquisisca il controllo.

Il ricavato della vendita delle quote azionarie di Faurecia sarà distribuito agli azionisti di Stellantis. Questo ulteriore passo, già previsto nel Combination Agreement fra i due gruppi, si rende necessario per "facilitare l'ottenimento delle necessarie approvazioni normative relative alla fusione".

In attesa dell'ok europeo

La nota ufficiale fa seguito alle indiscrezioni circolate solo due giorni fa che davano ormai per certo l'ok dell'antitrust europeo alla fusione FCA-PSA.

La data limite per la decisione della Commissione europea è il 2 febbraio 2021, giusto in tempo quindi per consentire la nascita di Stellantis fissata per fine marzo 2021.