Dopo le polemiche per il risultato annunciato qualche giorno fa la hypercar da 1.750 CV correrà di nuovo

Come non detto: la SSC Tuatara non è più l’auto più veloce del mondo. O forse si. Ecco la questione che sta tenendo banco nel mondo delle hypercar. E come loro, tutto ciò che le riguarda viaggia a grande velocità.

Una querelle che vede da una parte la Casa statunitense e dall’altra il resto del mondo, alla ricerca della verità: la Tuatara ha davvero toccato – nei 2 sensi di marcia – una media di 508,73 km/h, con una punta di 532,93 km/h? C’è solo un modo per esserne certi: ripetere l’impresa.

Harder, better, faster

La risposta di Jerod Shelby, fondatore e capo della Casa statunitense, è stata lapidaria: la SSC Tuatara correrà di nuovo alla ricerca del record come auto di serie più veloce del mondo. E questa volta lo farà davanti ad un pubblico ancora più numeroso, utilizzando differenti sistemi GPS per il rilevamento della velocità.

SSC Tuatara diventa l'auto di produzione più veloce
SSC Tuatara diventa l'auto di produzione più veloce

Per la serie "non si lascia nulla al caso". Perché il record di velocità è una cosa seria, uno strumento di marketing che – anche se si tratta di auto da milioni di dollari e prodotte in serie limitatissima – potentissimo. Se aveste un conto in banca a più zeri, preferireste avere in garage l’auto più veloce del mondo, o quella che "si dice" sia la più veloce del mondo?

Appuntamento vicino

Nel suo video Jared Shelby ha dato appuntamento a un futuro abbastanza vicino, senza però specificare quando la SSC Tuatara ripeterà i 2 passaggi – probabilmente ancora una volta su una highway del Nevada – rivolgendosi anche a chi ha messo in dubbio la validità del record registrato lo scorso 19 ottobre.

SSC Tuatara diventa l'auto di produzione più veloce

Nelle ore successive la pubblicazione del comunicato stampa e del video infatti numerosi appassionati, tra cui l’influencer Shmee, avevano sollevato più di una perplessità circa i valori dichiarati dalla Tuatara. Nel video dell’impresa infatti il tempo impiegato per percorrere la lingua d’asfalto risulta essere ben superiore rispetto a quello che l’hypercar statunitense avrebbe dovuto impiegare per far registrare il record.

Un altro dubbio riguarda la velocità mostrata dal tachimetro, ben inferiore rispetto a quella dichiarata. Discrepanze chiarite da Jarod in un precedente video, ma non sono bastate.

Siete pronti per un nuovo round?

Fotogallery: SSC Tuatara è l'auto più veloce del mondo