Le vendite calano dello 0,2% e per fine anno si prospetta un tonfo a -27%

Il timore che il +9,54% di settembre fosse un chiaro di luna - grazie agli incentivi auto - era forte e con ottobre ecco la conferma: in Italia le immatricolazioni auto continuano a calare, con un calo dello 0,2% rispetto a 12 mesi fa, per un totale di 156.798 auto vendute.

Si tratta del nono segno meno di questo tremendo 2020 che, secondo le stime dell'Unrae, potrebbe chiudersi con un -27% totale rispetto al 2019. Intanto quello che è certo è il -31% rispetto ai primi 10 mesi dello scorso anno, per un totale di oltre 500.000 vetture in meno vendute.

Questione incentivi

Uno scenario tragico così commentato da Michele Crisci, presidente Unrae

Al di là dei dati contingenti del mercato, l’esperienza degli ultimi mesi mostra chiaramente l’insufficienza di una politica incentrata su incentivi “mordi e fuggi”. Appare oltretutto evidente, nell’attuale fase di emergenza economica, che la scelta di NON rifinanziare i fondi legati alla fascia di CO2 più importante dal punto di vista dei volumi ha immediatamente rifermato il mercato.

Gli incentivi continuano a far discutere dunque, con quelli destinati alla fascia di emissioni compresa tra 91 e 110 g/km finiti in un batter d'occhio e non ancora rifinanziati, nemmeno "attingendo" da quelli dedicati alle fasce inferiori.

Chi sale e chi scende

In una situazione del genere ci sono comunque Case capaci di far segnare "+", anche in doppia cifra (come Fiat, Citroen, Jeep e Mercedes), rispetto a ottobre 2019, mentre (quasi) tutte registrano cali massicci se paragonati ai primi 10 mesi dello scorso anno. Le unice eccezioni sono rappresentate da DS (+10,74%), Tesla (+34,26%), Mahindra (+22,17%) e Great Wall (+359,09%).

Le immatricolazioni a ottobre 2019

Gruppo Ottobre 2020 Ottobre 2019 Variazione %
FCA 38.130 33.894 +12,5
Volkswagen 23.451 26.721 -12,24
PSA 23.207 23.100 +0,46
Renault 14.681 13.520 +8,59
Ford 10.285 10.798 -4,75
Toyota 8.734 8.951 -2,42
BMW 7.174 7.154 +0,28
Daimler 6.401 7.315 -12,49
KIA 4.262 4.587 -7,09
Hyundai 4.067 5.066 -18,76
Suzuki 4.951 3.550 +39,46
Nissan 3.469 3.816 -9,09
Volvo 1.892 2.114 -10,5
Jaguar/Land Rover 1.736 2.369 -26,72
Mazda 1.307 1.403 -6,84
Honda 1.000 738 +35,5
Porsche 630 770 -18,18
Mitsubishi 399 686 -41,84
DR Motors 521 185 +181,62
Tesla 64 67 -4,48
Subaru 279 225 +24
Mahindra 131 46 +184,78
Ssangyong 109 172 -36,63
Great Wall 18 17 +5,88
Aston Martin 2 1 +100
Chevrolet 0 0 -
Lada 0 0 -
Altre 78 57 +36,85

Sempre bene il noleggio

Nei mesi scorsi il noleggio a breve e lungo termine rappresentava uno dei pochi segni + nelle immatricolazioni, con ottobre 2020 il trend si conferma con +11,4% per un totale di 107.263 vetture. Da inizio anno il totale è pressoché invariato rispetto al 2019, con un calo dello 0,3%.

Le alimentazioni

Continua a calare invece l'amore degli italiani per il diesel (-14,6%), complici sicuramente le sempre più stringenti norme per la circolazione che in alcune città penalizzano pesantemente le auto a gasolio, anche se mosse da motori moderni.

Cala anche la benzina (-31,5%) mentre le auto elettrificate sono sempre più apprezzate: le ibride plug-in hanno venduto a ottobre 2020 3.653 unità (+330,3% rispetto a ottobre 2019) mentre le full hybrid toccano 39.093 unità, un balzo del 231,1%.

Molto bene anche le elettriche, le cui vendite a ottobre sono salite del 205,1% con 2.889 unità vendute.