Tante le promozioni in corso, per cercare di superare l’emergenza Covid con i nuovi blocchi regionali

L'estate ci appare ormai come molto lontana: il Coronavirus che sembrava tendere a scomparire è purtroppo tornato, nella cosiddetta "seconda ondata". Le promozioni di novembre, quindi, vivono una doppia natura.

Da un lato, il ragionevole dubbio in un periodo di emergenza, con le regioni colorate, corrispondenti a chiusure più o meno rigorose e soprattutto le situazioni di crisi economica.

Dall'altro, quell'ottimismo per il futuro, pensando alla strada sempre più breve per ottenere il vaccino, una cura, un modo per combattere la pandemia, E quello stato d'animo non sempre razionale nell'acquisto di un'auto nuova, che da sempre costituisce una variabile di mercato imprevedibile.

Le case, comunque, corrono ai ripari: terminati da tempo gli incentivi statali per le auto con motori tradizionali, continuano ad essere sostenute le vetture con motore elettrico o ibrido, ma a questo si aggiungono sconti e promozioni, con idee nuove pur di incentivare gli acquisti.

E mantenendo quella tendenza a non pagare tutto il costo della vettura, o comunque di pagare meno nella fase iniziale, che potrebbe essere quella di minore disponibilità di denaro: a novembre, ad esempio, si è riaffacciato l'anticipo zero, o talvolta il tasso zero.

Le offerte auto di novembre 2020

Pochi incentivi, tanti sconti

Sono già finiti da tempo gli incentivi statali per i motori tradizionali, e questi non sono stati rinnovati: restano ancora quelli per motori ibridi, compresi i mild-hybrid meno complessi e di recentissima presentazione, e soprattutto per le vetture elettriche, non sempre gestibili come unica auto di famiglia, ma in continuo miglioramento, comprese le possibilità di ricarica.

Per l'utente finale, comunque, sopravvivono gli sconti sul listino iniziale, quasi sempre in presenza di un finanziamento. I nomi richiamano quelli degli incentivi statali, come "maxi-rottamazione" o "ecoincentivi", ma di fatto lo sconto è a carico delle case o delle concessionarie, e quasi sempre prevede la rottamazione di un veicolo più o meno inquinante.

A titolo di esempio, vediamo qualche sconto su vetture con motorizzazione tradizionale:

  • Alfa Romeo Giulia 2.2 turbo diesel: sconto di 10.000 euro
  • Citroen C4 Spacetourer benzina. sconto di 7.950 euro
  • Ford Fiesta ST: sconto di 5.250 euro
  • Hyundai Tucson CRDI vecchio modello: sconto di 6.900 euro
  • Kia Stonic MPI: sconto di 4.300 euro
  • Mitsubishi nuova Space Star: sconto di 3.210 euro
  • Nissan Qashqai benzina: sconto di 7.500 euro
  • Opel Mokka benzina: sconto di 5.100 euro
  • Peugeot 208 benzina: sconto di 3.600 euro
  • Seat Tarraco TSI: sconto di 6.800 euro
  • Volkswagen T-Roc benzina: sconto di 3.445 euro

Ecco invece a quanto possono ammontare gli sconti su alcune vetture elettriche, ibride o a gas naturale, sommando incentivo statale a quello della casa:

  • Fiat 500e: sconto di 6.220 euro
  • Jeep Renegade 4xe Hybrid: 8.440 euro
  • Lancia Ypsilon Hybrid Silver: 3.250 euro
  • Renault Clio Hybrid: sconto di 5.000 euro
  • Skoda Kamiq Scoutline G-Tec: sconto di 4.600 euro
  • Toyota Corolla Touring Hybrid: 6.700 euro

Anticipo zero, e a volte anche tasso zero

Tra le formule di acquisto che ritornano in questo periodo di incertezza, c'è anche il finanziamento con anticipo zero. Anche solo un confronto con lo scorso mese di ottobre, mostra un aumento di questo tipo di promozione; ad esempio su queste vetture:

  • Citroen C4 Spacetourer
  • Fiat Panda
  • Ford Fiesta
  • Jeep (in caso di noleggio a lungo termine)
  • Lancia Ypsilon
  • Nissan Qashqai
  • Peugeot 208

Di norma, i finanziamenti proposti sono con mini rate e maxi rata finale, oppure rate mensili comprensive di più servizi nel caso del noleggio per privati e aziende; a volte ci sono formule diverse, come per esempio:

 

  • Lancia Ypsilon Silver Hybrid: zero anticipo, prime 24 rate più basse, successive 72 più alte, TAN complessivo 6,85%, senza maxi rata
  • DR 50%: tra le varie offerte DR, questa prevede il pagamento della prima metà dell'auto con TAN al 7,95%, senza spese accessorie, e l'altra metà con TAN 0%
  • Alfa Romeo e Jeep Flexi: si può scegliere di pagare la prima rata dopo 1, 3 o 6 mesi

Il tasso 0 viene proposto anche sulla Mitsubishi Space Star, o sulla Kia Stonic: in assenza di incentivi esterni, potrebbe tornare effettivamente anche nelle formule di finanziamento di altre vetture.

Nuove formule per invitare all'acquisto

Certamente, le formule tradizionali per la vendita delle vetture sono le più collaudate, e meglio comprensibili anche nei siti ufficiali. Tuttavia, le case sembrano orientate verso proposte specifiche, che possono essere più o meno originali, ma soprattutto che in certi casi potrebbero fare la differenza per preferire una vettura al posto di un'altra. Per esempio:

  • Ford offre assicurazioni sul credito e "4LIFE"
  • Hyundai offre un voucher fino a 1.500 euro per chi ha già una Hyundai in famiglia
  • Opel propone gli esempi includendo assicurazioni sulla salute, o credito protetto con perdita di impiego
  • Peugeot offre un voucher "Ecobonus" da aggiungere agli sconti e da scaricare nel sito ufficiale
  • Renault propone gli esempi includendo finanziamento protetto e driver insurance
  • Volkswagen offre 600 euro in più per gli acquirenti under 30
  • Alcuni marchi con finanziamenti gestiti da banca Santander, ad esempio Hyundai, Mitsubishi o Kia, offrono vari tipi di assicurazione, sul credito e sulla vita.

Se però l'acquisto dell'auto nuova è più emozionale che ragionato, una nota di merito va alla Ford Fiesta ST da 200 CV: come per tutte le Ford Performance Car, la casa regala un corso di guida sportiva curato da Ford Driving University. Un segnale in controtendenza rispetto ad automobili  sempre più elettrificate e virtualmente "assistite".