Arriverà nella primavera del 2021 con una nuova piattaforma, motori elettrificati e nuovi sistemi di assistenza alla guida

Dopo aver presentato la Ariya Nissan è pronta a lanciare il proprio “pezzo da 90”: la nuova generazione di Nissan Qashqai, che proprio al SUV 100% elettrico si rifarà per quanto riguarda stile e – alcune – tecnologie.

Un modello strategico per la Casa giapponese, capace di vendere 3 milioni di unità – spalmate su 2 generazioni e relativi restyling – dal 2007 a oggi e pronto a rinnovarsi profondamente con la terza generazione, attesa al debutto per la primavera del 2021. Nell’attesa ecco tutto quello che sappiamo.

Lo stile

Come detto (e come anticipato dal nuovo teaser che vedete in foto) esternamente la nuova Nissan Qashqai si ispirerà molto alla Ariya. Il frontale sarà caratterizzato da sottili luci led a incorniciare una mascherina completamente ridisegnata (come abbiamo anche anticipato nel nostro render esclusivo), evoluzione di quella che caratterizza le Nissan attuali e con al centro il nuovo logo.

Nuova Nissan Qashqai (2021) teaser

Discorso differente invece per il posteriore, che non dovrebbe avere un andamento da coupé (anche se una variante CUV potrebbe essere nei piani della Casa) ma mantenere il tetto dritto, per non sacrificare abitabilità e capacità di carico.

Tornando alle luci, la Casa parla di LED intelligenti con 12 elementi singoli in grado di accendersi e spegnersi singolarmente ed autonomamente, per illuminare al meglio determinate porzioni di strada senza abbagliare gli altri automobilisti. Matrice di LED dunque, caratteristica ormai sempre più presente (ed apprezzata) su numerosi modelli in commercio.

Le dimensioni dovrebbero crescere leggermente rispetto agli attuali 4,39 metri di lunghezza, mantenendo comunque un “corpo” compatto per non penalizzare la marcia in città. Probabilmente non si supereranno i 4,5 metri.

Nuova Nissan Qashqai (2021) foto ufficiali
Nuova Nissan Qashqai (2021) foto ufficiali

L’interno

Facile immaginare come anche all’interno la nuova Qashqai riproporrà stile e contenuti della Ariya, con linee molto pulite e il doppio monitor sulla sommità della plancia, per infotainment e strumentazione digitale. A

mbiente high tech e connesso, per sfruttare aggiornamenti OTA e varie informazioni provenienti dal mondo esterno.

SUV elettrificato

La vera grande novità della Nissan Qashqai sarà però ciò che non si vede: la piattaforma CMF-C, più leggera (-60 kg) e rigida (41%) rispetto all’attuale generazione, grazie all’utilizzo di materiali leggeri sia per il telaio sia per la carrozzeria, che sfrutterà materiali compositi per il portellone e alluminio per portiere, parafanghi anteriori e cofano.

Una base tecnica di nuova concezione e studiata per ospitare anche motorizzazioni elettrificate, sia mild hybrid sia full hybrid (e forse anche plug-in). L’ibrido leggero utilizzerà un 1.3 benzina disponibile in 2 livelli di potenza a affiancato da una rete da 12 V con batteria agli ioni di litio installata sotto il pianale.

Nuova Nissan Qashqai (2021) foto ufficiali

L’ibrido full sfrutterà invece il sistema e-POWER e sarà di tipo in serie e non parallelo: significa quindi che le ruote saranno mosse esclusivamente dal motore elettrico, alimentato o dal pacco batterie o dal generatore accoppiato al motore endotermico.

Ci sarà poi la scelta tra versioni a trazione anteriore e quelle a trazione integrale, le prime con sospensioni McPherson su tutte e 4 le ruote, le altre con schema (e i modelli con cerchi da 20”) con sospensioni multi-link. Nissan assicura un comportamento più reattivo, grazie all’assetto rivisto e al nuovo sterzo.

Nuova Nissan Qashqai, il nostro render

Nuova Nissan Qashqai 2020, il rendering
Nuova Nissan Qashqai 2020, il rendering

La tecnologia

Infine gli assistenti alla guida, raccolti sempre sotto il nome di ProPilot, che sulla nuova Nissan Qashqai integrerà nuove funzionalità come il cruise control adattivo in grado di regolare in automatico la velocità sia a seconda dei limiti presenti sulla strada che si sta percorrendo, sia dialogando in base ai dati del navigatore satellitare, rallentando ad esempio in prossimità di curve o rotonde.

Ci saranno anche l’avviso dell’angolo cieco attivo, che interviene sullo sterzo in caso di auto in arrivo da dietro, la frenata d’emergenza e il sistema che avvisa e frena in caso di pericolo quando si sta uscendo da un parcheggio.

Fotogallery: Nuova Nissan Qashqai, le prime foto ufficiali