Nuova piattaforma e interni inediti tra le novità della prossima generazione

Come sappiamo  SUV e crossover sono in cima alle richieste di mercato. Nel listino Land Rover del prossimo anno vedremo anche la nuova Range Rover, che dopo una serie di prove sul circuito tedesco del Nurburgring si sta preparando al debutto, con test del modello 2021 sulle strade pubbliche intorno alla famosa pista tedesca.

Le velocità sono più basse di quello che è la norma per questo circuito, che resta comunque uno dei banchi di prova per sviluppare le sospensioni. Come da tradizione, essendo un prototipo pre-serie, la carrozzeria dell'esemplare di Range Rover "paparazzato" è mascherata con le camuffature di rito, anche se osservando il video è possibile notare alcuni particolari interessanti.

Cosa cambierà

Come ad esempio al minuto 2:45 circa, dove è possibile vedere le sospensioni posteriori e la disposizione dei quattro scarichi. Dettaglio, quest'ultimo, che fa pensare che l'esemplare in questione possa essere equipaggiato con un V8.

Secondo alcune indiscrezioni, la nuova Range Rover passerà dal vecchio V8 da 5,0 litri sovralimentato di casa JLR al V8 biturbo BMW da 4,4 litri, che dovrebbe avere una potenza di 500 CV. 

Nuova piattaforma

Oltre che esternamente, la Range Rover di quinta generazione sarà completamente rinnovata anche dal punto di vista tecnico. Su di lei infatti debutterà un'inedita piattaforma in alluminio, che, dopo questo modello, sarà utilizzata anche sulla Range Rover Sport.

Fotogallery: Nuova Range Rover 2021, le foto spia

Si tratta di una piattaforma concepita in modo specifico per adattarsi alle varianti elettrificate. Per quanto riguarda le dimensioni, però, la nuova Range Rover dovrebbe essere pressoché identica all'attuale. Dal punto di vista estetico saranno introdotte delle novità che riguarderanno alcuni dettagli, come ad esempio la mascherina ed i fari anteriori, oltre che il paraurti posteriore. 

Gli interni saranno invece decisamente diversi da quelli attuali, con una drastica riduzione dei tasti fisici a favore di schermi touch. Maggiori dettagli li scopriremo nei prossimi mesi.