Dopo le anticipazioni di qualche settimana, arrivate direttamente dalla bocca di Bernd Korber (a capo di MINI), ecco arrivare le prime foto ufficiali della MINI John Cooper Works elettrica, incarnazione a batterie della piccola sportiva inglese.

Foto che ritraggono un muletto ancora camuffato, senza un accompagnamento fatto di dati, prestazioni o anche solamente qualche numero che possa suggerire di che pasta sia fatta la prima JCW a batterie. Ma sufficienti a scatenare commenti e attesa per il grande salto a emissioni zero delle MINI più potenti.

Inizio in affiancamento

Che una MINI John Cooper Works sia in fase iniziale di sviluppo non deve però far pensare che le classiche versioni a benzina siano ormai pronte alla pensione. A fare chiarezza ci pensa Bernd Korber

I modelli John Cooper Works con classici motori a combustione continueranno a giocare un ruolo importante, per essere sicuri di soddisfare i desideri di tutti i nostri fan

Almeno all'inizio quindi le JCW a emissioni zero rappresenteranno una delle facce della medaglia della sportività della Casa inglese, per poi - con ogni probabilità - diventare l'unica scelta possibile. Ma c'è ancora tempo.

Mini John Cooper Works Prototipo elettrico
Mini John Cooper Works Prototipo elettrico

Come le sorelle

Ma prima di andare troppo in là col tempo meglio guardare quello che c'è adesso, con la MINI John Cooper Works elettrica praticamente uguale alle sorelle a benzina, fatta salva la mascherina chiusa, segno distintivo di ogni auto elettrica attualmente in commercio.

Luci, presa d'aria sul cofano, aerodinamica modificata (compreso un super alettone preso direttamente dalla John Cooper Works GP) e stile complessivo sono quelli che tutti conosciamo. Naturalmente, al di là del frontale chiuso, si nota la mancanza del doppio scarico.

Mini John Cooper Works Prototipo elettrico

A livello di base meccanica ci sarà la piattaforma della MINI Cooper SE, naturalmente con corposi aggiornamenti al motore da 184 CV e al pacco batterie da 32,6 kWh, che sulla elettrica normale garantiscono meno di 200 km di autonomia. Provando a "giocare" coi numeri si può immaginare una potenza vicina ai 300 CV, come le JCW col 2.0 turbo benzina, associata esclusivamente alla trazione anteriore.

Le tempistiche non sono ancora state rese note e non sappiamo quindi quando la John Cooper Works elettrica diventerà di serie e arriverà nelle concessionarie.

Fotogallery: Mini John Cooper Works, la concept elettrica