L'immagine comparsa oggi sui social della Casa mostra la Wrangler 4xe in ricarica, ma non ci sono dichiarazioni ufficiali

Da qualche giorno il mondo si domanda cos'è il monolite metallico scoperto da un team di biologi nello Utah e pochi giorni dopo scomparso e ricomparso in California e in Romania.

Questo pomeriggio sul profilo Facebook e Instagram di Jeep è comparsa un’immagine in cui l'oggetto misterioso si è trasformato in una colonnina che ricarica la Wrangler 4xe, la ibrida plug-in del marchio americano. Mistero svelato? Ancora non del tutto, perché la Casa non ha rilasciato alcun comunicato ufficiale.

Post social "fuori da questo mondo"

Secondo la CNN, che ha raccolto le dichiarazioni delle autorità locali, l'oggetto non è così semplice da individuare, visto che era nascosto tra le rocce nel deserto del Moab e la prima volta è stato avvistato da un elicottero, ma secondo alcuni esploratori che si sono avventurati nella zona alla sua ricerca, nemmeno così difficile da raggiungere, per quanto il percorso non sia privo di ostacoli.

Nel post che compare sui social Jeep si vede la Wrangler 4xe in ricarica nello Utah e si legge che questa è "un'auto fuori dal mondo". Ma sarà stata davvero Jeep a installare quel monolite o si tratta solo di un'operazione di marketing che sfrutta la popolarità di questo misterioso monolite?

La risposta l'avremo sicuramente... è solo questione di tempo.

 

Debutta a breve

Il lancio della Wrangler 4xe è atteso per i primi mesi del 2021: disponibile nelle varianti a passo corto e Unlimited, ricordiamo che ha un powertrain formato dal quattro cilindri turbo di 2.0 litri con cambio automatico ZF a otto marce e due motori-generatori elettrici di cui uno collegato al benzina e uno integrato nel cambio.

La potenza massima del sistema è di 375 CV (280 kW) mentre la coppia raggiunge i 637 Nm, il pacco batterie da 400 V e 17 kWh promette fino a 40 km di autonomia nella marcia a sola propulsione elettrica, mentre i sistemi di ricarica saranno differenti a seconda del mercato.

La trazione, ovviamente, rimane integrale, con capacità di disimpegno offroad invariata, inclusa la profondità di guado di di 76 cm. Tra gli allestimenti sarà disponibile anche il Rubicon, quello dedicato alle situazioni più “hard” con ponti rinforzati Dana 44, super-riduttore 4:1, differenziali bloccabili a pulsante e disinserimento della barra antirollio anteriore.

Fotogallery: Jeep Wrangler 4xe (2020)