Ha aperto i battenti ieri, 9 dicembre, il primo retail park italiano totalmente orientato alla sostenibilità. Si chiama Green Pea e sorge a Torino, nel comprensorio del Lingotto, vicino al primo storico punto vendite di Eataly per volontà del patron di Slow Food Oscar Farinetti e di suo figlio Francesco.

Si tratta di una sorta centro commerciale "green", a partire dalla struttura stessa realizzata con materiali riciclati e ecocompatibili e alimentato da fonti di energia rinnovabili, che all'interno ospita l'e-Village, uno spazio di 1.3000 metri quadri alla mobilità elettrica, grazie al coinvolgimento dei "vicini di casa" di FCA e alla partecipazione di Enel X.

Una vetrina sull'e-mobility di domani

Lo spazio dedicato all'auto elettrica non prevede una semplice esposizione dei modelli elettrici ed elettrificati, dalle mild hybrid di Fiat e Lancia alla nuova 500 elettrica e dalle Jeep Compass 4Xe e Renegade 4Xe fino alla concept Centoventi (e dall'anno prossimo Alfa Romeo Tonale), ma un info point in cui conoscere le novità nei servizi, dalle app per la mobilità ai servizi finanziari, di sharing e noleggio e ciò che serve sapere sulla ricarica e sull'uso delle auto a zero emissioni.

Fotogallery: FCA e-Village

Anche qui, a partire dagli arredi realizzati dall'azienda specializzata Stay Green, l'ambientazione è minimal e orientata al riciclo e riutilizzo, che include elementi ripresi da allestimenti impiegati per passate edizioni dei saloni dell'auto, e decorati con tecniche a basso impatto ambientale. Non mancano spazi riservati al merchandising dei marchi e anche una sala per eventi e conferenze.

Fotogallery: Fiat 500 elettrica: ecco tutta la gamma e i prezzi della citycar torinese a zero emissioni

Semplice è meglio

L'approccio proposto con e-Village non è soltanto dettato dal contesto fortemente "green" della struttura, ma rappresenta il primo passo verso una trasformazione, un nuovo modo di proporre la mobilità in cui il minimalismo e l'attenzione alla sostenibilità diventeranno elementi centrali, come ha confermato Olivier Francois, presidente di Fiat e responsabile marketing del Gruppo.

"Questo spazio lo abbiamo voluto semplice e frugale, perché semplicità e frugalità vanno di pari passo con sostenibilità. ‘Less is more’ è la regola numero uno in materia di sostenibilità.  Ma la regola numero due è il pensiero laterale. Dunque questa non sarà solo la casa della tecnologia, sarà la casa delle soluzioni dall’acquisto, al noleggio, allo sharing, ai nuovi servizi, ai sistemi di ricarica, alle nuove app”

Stessa visione anche per i partner di Enel X:  "La sostenibilità non va vista unicamente come un obiettivo da perseguire, ma come un valore aggiunto - ha sottolineato i lresponsabile dell'azienda energetica Augusto Raggi -  che arricchisce ogni nostra scelta al fine di cambiare in meglio ogni aspetto della nostra vita. La circolarità, la tutela dell’ambiente e il vivere green non sono più concetti astratti, ma soluzioni concrete per migliorare la vita di tutti noi, tutti i giorni".

Fotogallery: Green Pea, il retail park dedicato alla sostenibilità

Cambio di mentalità

Insomma, a quanto pare il modo stesso di presentare e proporre i veicoli si prepara a cambiare. Meno sfarzosi e colorati, più essenziali, concreti e "verdi" diventeranno non soltanto le auto stesse, ma anche i luoghi in cui saranno proposte e vendute, per fare della sostenibilità uno stile di vita e non una scelta controcorrente.