Louis Camilleri lascia la Ferrari. L'annuncio arriva a sorpresa nella notte con una nota ufficiale della Casa del Cavallino Rampante che precisa che le dimissioni hanno effetto immediato sia dal ruolo di Amministratore Delegato che da membro del Consiglio di Amministrazione dell'azienda "per motivi personali" del manager sessantacinquenne.

Il Presidente Esecutivo della Ferrari, John Elkann, assumerà la carica di Amministratore Delegato ad interim, mentre il Consiglio di Amministrazione della Ferrari ha già avviato la selezione del successore.

Il nuovo ad avrà il delicato compito di aprire una nuova fase per la Casa di Maranello, che alterna soddisfazioni commerciali e finanziare alle delusioni in Formula 1, ma deve anche far fronte alle nuove sfide dettate dall'elettrificazione dell'automobile che richiedono visione e una leadership forte.

Seguono le dichiarazioni ufficiali. John Elkann:

Vorrei esprimere i nostri più sinceri ringraziamenti a Louis per la sua incondizionata dedizione nel ruolo di nostro Amministratore Delegato dal 2018 e di membro del Consiglio di Amministrazione dal 2015. La sua passione per Ferrari è sconfinata e sotto la sua guida la Società si è ulteriormente affermata come una delle più grandi società al mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua continua ricerca dell'eccellenza. Auguriamo a lui e alla sua famiglia un lungo e felice periodo di pensionamento.

Il commento di Louis Camilleri:

La Ferrari ha fatto parte della mia vita e servirla come Amministratore Delegato è stato un grande privilegio. La mia ammirazione per gli straordinari uomini e donne di Maranello, per la passione e la dedizione che mettono in tutto ciò che fanno è illimitata. Sono orgoglioso dei numerosi risultati raggiunti dalla Società dal 2018 e so che gli anni migliori della Ferrari devono ancora venire.