Il numero uno di FCA è in pole position per diventare il CEO del Cavallino Rampante

Il cerchio dei possibili candidati al ruolo di amministratore delegato di Ferrari si fa sempre più stretto ma al tempo stesso fitto di mistero. La lista dei pretendenti pare abbia trovato il possibile erede di Louis Camilleri. Almeno stando a quanto riportato dal quotidiano Il Messaggero, “rimbalzato” da Automotive News Europe.

L'attuale CEO di FCA, Mike Manley, che al momento non ha trovato ancora una collocazione definitiva all'interno del nuovo Gruppo Stellantis, è il nome più papabile che si sta facendo in questo momento. All'interno del colosso franco-italiano, che diventerà tale dalla fine del primo trimestre 2021, il ruolo di Presidente sarà affidato a John Elkann, mentre quello di CEO sarà occupato da Carlos Tavares. Per questo l'idea di Manley non solo è possibile, ma probabilmente facilmente attuabile.

No a Domenicali... forse Grasso?

Nei scorsi giorni era stato fatto pure il nome di Stefano Domenicali, in uscita da Lamborghini per approdare ai vertici della Formula Uno. Voce prontamente smentita dallo stesso circus della F1.

Il ventaglio delle candidature ha poi ipotizzato anche ad un altro manager del settore automotive. Ovvero l'attuale chief operating officer di Maserati, Davide Grasso.