La decisione è stata presa dal board del Gruppo, assieme al passaggio di Bentley sotto Audi

Lamborghini e Ducati rimarranno di proprietà del Gruppo Volkswagen. Una notizia che giunge al termine di settimane di rumors e indiscrezioni, con la decisione presa dal board del colosso tedesco durante la riunione di ieri.

I 2 brand della Motor Valley saranno quindi ancora sotto il controllo di Audi, e a loro si unirà anche Bentley, come anticipato più di un mese fa.

Tanto rumore per nulla

La Casa di Ingolstadt quindi non solo non lascia, ma dal 1° marzo 2021 anche il brand inglese sotto la sua ala, per meglio integrare i rispettivi modelli e dare la giusta spinta alla "B alata" per quanto riguarda l'elettrificazione.

Da Crewe hanno infatti comunicato l'intenzione di produrre unicamente auto elettriche a partire dal 2030, arrivandoci passo passo attraverso sempre più modelli ibridi plug-in. E da questo punto di vista l'aiuto e il know-how di Audi - già avanti sul tema elettrico ed elettrificazione - si rivelerà fondamentale.

Altro aspetto importante riguarda il contenimento dei costi: il consiglio di amministrazione del Gruppo Volkswagen ha infatti votato per diminuirli del 5% entro il 2023, riducendo al tempo stesso le spese per i materiali del 7% nei prossimi due anni.

Nulla è invece trapelato circa il destino di Bugatti, che i bookmakers vorrebbero prossima a diventare di proprietà della croata Rimac e destinata quindi ad abbandonare il glorioso motore W16 in favore di motorizzazioni 100% elettriche. Ma se qualche sacrificio per ridurre i costi e "fare cassa" per investire maggiormente sulla mobilità del futuro, la Casa francese rimane ormai l'indiziata numero uno per raggiungere l'obiettivo.

La trasformazione continua

L'incontro del board del Gruppo Volkswagen è servito anche per dare fiducia al presidente del consiglio di amministrazione Herbert Diess e al piano industriale - chiamato Toghether 2025+ - basato su elettrificazione e tecnologia. Diess che al termine della riunione ha dichiarato:

"Insieme stiamo portando avanti con rigore la più grande trasformazione della storia di Volkswagen. Nei prossimi anni continueremo a investire nella mobilità elettrica, nella digitalizzazione e nella tecnologia delle batterie e, allo stesso tempo, ridurremo sostanzialmente i costi fissi e i costi dei materiali in tutto il Gruppo in tutti i marchi e in tutte le regioni, al fine di garantire la futura redditività di Volkswagen

Un piano che riguarderà modelli e anche fabbriche, pronti ad evolversi per produrre sempre più auto elettriche. Nel breve periodo ad esempio lo stabilimento di Wolfsburg diventerà la casa - altamente automatizzata - per i futuri veicoli elettrici.

Fotogallery: Ducati Diavel 1260 Lamborghini 2021