Con il 2021 torneranno gli incentivi auto, o meglio, tornerà completo il piano di agevolazione per l'acquisto di auto nuove che col termine del fondo per elettriche ed ibride plug-in (fascia di emissioni da 0 a 60 g/km) sono terminati a un paio di settimane dalla scadenza naturale del 31 dicembre 2020. 

Anche l'anno prossimo comprare un'auto nuova potrà costare meno, a patto però di rientrare nelle fasce che - rispetto al 2020 - cambieranno leggermente. 

Se tutto andrà come previsto il Parlamento inizierà a discutere del decreto il 21 dicembre, con la speranza che la Finanziaria (al cui interno è prevista la legge sugli incentivi auto) possa essere varata entro il 31 dicembre. Difficile, visti i tempi stretti. seguiranno bene o male lo stesso schema in vigore, con la richiesta di un contributo economico anche da parte delle concessionarie auto. 

Emissioni più alte, ma solo se si rottama

Rispetto alle proposte formulate solo pochi giorni fa, la novità principale riguarda proprio i contributi per l'acquisto di vetture a solo motore endotermico con omologazione Euro 6. Per usufruirne bisognerà rottamare un'auto usata con almeno 10 anni e si avrà tempo fino al 30 giugno 2021.

Quindi, più nessun contributo per chi acquista senza rottamare, al fine di dare una spinta più decisa al rinnovo del parco circolante.

Lo stanziamento  ammonta a 250 milioni di euro e sarà valido per la fascia di emissioni da 61 a 135 g/km. Unica fascia con limite alzato, un correttivo giustificato dal fatto che dal prossimo febbraio i valori di emissioni omologati e riportati a libretto (e dunque adottati come riferimento anche per gli incentivi) per i veicoli di nuova immatricolazione dovranno essere quelli del ciclo WLTP, più severo. Dunque per farci rientrare gli stessi modelli incentivati fino a ieri occorrerà aumentare la "tolleranza" . 

Confermato poi che, con gli incentivi 2021, anche i veicoli commerciali rientreranno nei piani di incentivazione con uno stanziamento di 50 milioni 10 dei quali riservati al passaggio all'elettrico.

Si rimpolpa il fondo per le "green"

Le auto elettriche ed ibride plug-in restano ancora una volta quelle maggiormente avvantaggiate anche in questa nuova fase, con 120 milioni destinati ad aggiungersi all'ecobonus, per il quale l'esecutivo ha già previsto 200 milioni per il 2021.

Un fondo valido fino al 31 dicembre 2021 per auto con emissioni comprese tra 0 e 60 g/km e non vincolato alla rottamazione di un vecchio modello.

Incentivi 2021, lo schema dei contributi

Emissioni

Contributo statale 

rottamazione

Contributo statale no rottamazione Contributo concessionario rottamazione Contributo concessionario no rottamazione

Contributo totale 

Min - Max

0-20 g/km 8.000 euro 5.000 euro 2.000 euro 1.000 euro 6.000/10.000 euro
21-60 g/km 4.500 euro 2.500 euro 2.000 euro 1.000 euro 3.500/6.500 euro
61-135 g/km 1.500 euro / 2.000 euro / 3.500 euro