La startup tedesca Sono Motors ha presentato al CES la seconda generazione della sua tecnologia fotovoltaica

Per quanto suggestiva, l'ipotesi di poter alimentare un'auto con l'energia solare è sempre apparsa molto ottimistica. Come tutte le nuove tecnologie però, anche questa ha un potenziale di sviluppo e nel corso della conferenza di oggi al CES 2021 la startup tedesca Sono Motors ha mostrato i progressi compiuti in questo campo presentando la rinnovata Sion e a sorpresa un prototipo di semirimorchio rivestito di celle solari.

Sia il rimorchio fotovoltaico, realizzato insieme alla finlandese Valoe specializzata nella produzione di celle solari, sia la rinnovata Sion sfruttano un nuovo procedimento che sostituisce le celle al processo di verniciatura. Rispetto ai classici pannelli a base di vetro i polimeri sono più versatili, si adattano meglio alle superfici curve dei veicoli e permettono di aumentare l'area complessiva di esposizione e l'efficienza contenendo anche il peso.

Più energia pulita

Secondo Valoe, il rimorchio è in grado di generare fino a 80 kWh di energia nell'arco di una giornata e in condizioni ideali di esposizione, cosa che lo rende un supporto ideale per moltissime applicazioni, non soltanto trazione ma anche alimentazione di dispositivi di bordo, apparecchiature o vani coibentati, contribuendo in modo diretto e indiretto a ridurre la produzione di inquinanti e CO2.

L'auto a energia solare sarà realtà grazie ai polimeri

Tecnologia accessibile

La Sion rappresenta anche la prima integrazione della nuova tecnologia solare su un veicolo destinato alla produzione in serie. Sono Motors ha unito la sua piattaforma, già dotata di sistema di carica bidirezionale e predisposta per il Vehicle to Grid, su una struttura concepita per fare largo utilizzo di componentistica di grande produzione, con l'obiettivo di rendere la vettura adatta alla produzione in grande serie e dai costi concorrenziali.

Inoltre è stata implementata la connettività e il controllo a distanza, migliorano l'app per la gestione a distanza della vettura che ora comunicano con il sistema di controllo centrale del sistema propulsivo e con l'infotainment. In questo si può ottenere un monitoraggio in tempo reale dell'energia, ma anche realizzare funzioni come l'accesso senza chiave, l'apertura del coperchio di ricarica, il controllo della temperatura e dell'illuminazione dell'abitacolo.

Fotogallery: Sion, l'auto solare e la svolta dei polimeri