Cercate una berlina (o wagon) inglese con un budget intorno ai 5.000 euro, ma elegante, prestante e 4WD? Allora parliamo della X-Type!

Neanche a farlo apposta, il 2021 inizia con un altro compleanno importante, ovvero l’entrata nell’era delle youngtimer della Jaguar X-Type, protagonista di questa puntata de “Le Dritte di Andrea”, che accende i riflettori sulle motorizzazioni più potenti, quelle abbinate alla trazione integrale permanente. 

Una Jaguar-Ford 

E’ stata la prima Jaguar di segmento D, la prima vettura del Marchio inglese ad avere la trazione anteriore e il motore trasversale, una new entry davvero scomoda per le solite tedesche dell’epoca, visto che all'inizio della produzione, a febbraio del 2001, la partita era interamente giocata tra Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C

Consapevole di queste avversarie, Jaguar crea un’auto elegante e lussuosa al punto giusto, ma con un prezzo più competitivo rispetto al resto della gamma, ed ecco perché come base di partenza viene scelta la Ford Mondeo. 

Linea elegante, con tanti richiami alle sorelle maggiori del periodo e soprattutto dimensioni compatte, grazie a una lunghezza di 4 metri e 67 che rende agile la X-Type, anche grazie alle sospensioni macpherson davanti e a ruote indipendenti con bracci trasversali dietro. Un gran bell’equilibrio generale insomma, anche se quello che rende speciale questo modello a distanza di 20 anni, rimane sotto al cofano, e non solo.  

I "jolly" della X-Type 

La X-Type ha infatti venduto tanto anche grazie al V6 benzina a trazione anteriore da circa 150 CV, arrivato alla fine del 2001, senza considerare il propulsore alimentato a gasolio. Erano infatti gli anni dei diesel e, a partire dal 2003, il motore 2 litri Duratorq ha contribuito al successo di questa Jaguar.

Gli appassionati più esigenti però la preferiscono equipaggiata solo coi due motori disponibili al lancio, e rimasti nel cuore di molti. Si tratta infatti dei V6 a benzina più potenti: il primo è un 2.5 da poco più di 190 CV a 6.800 giri/min e una coppia di 241 Nm, per una velocità massima di 225 km/h e un’accelerazione nello 0–100 km/h coperta in 8,3 secondi, mentre il fratello maggiore rimane il 3.0 litri, sempre V6, ma capace di 231 CV a 6.800 giri/min e una coppia di 279 Nm, con una velocità massima di 235 km/h orari e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7 secondi.

Quanto costano oggi? 

Attualmente, con un budget davvero contenuto, potreste portarvi a casa delle sfavillanti X-Type 2.5 o 3.0, berlina o station wagon, prima serie o restyling. Curiosi di saperne di più? Quale trasmissione scegliere e che alimentazione evitare? Allora non perdetevi il nostro video.
Buona visione!