La fusione è fatta: da FCA e PSA nasce un'unica famiglia mondiale con ben 20 brand all'interno, da ricordare uno per uno

All’inizio dell’anno si fanno sempre buoni propositi, come quello di leggere più libri e da oggi, nello scaffale - rigorosamente virtuale - della biblioteca dell'automobile, c'è un nuovo testo tutto da leggere. Si tratta di Stellantis che sostituisce, per sempre, i titoli FCA e PSA.

Due famiglie si sono unite, due imperi che hanno già scritto pagine e pagine di storia ma che, ancora hanno da aggiungerne. Principale azionista del nuovo gruppo continuerà ad essere Exor con una quota del 14,4%, seguita dalla famiglia Peugeot, con il 7,2%, lo stato francese con il 6,2% e i cinesi di Dongfeng con il 5,6%.

Persone e numeri

Per quanto riguarda le persone al timone del Gruppo, ricordiamo John Elkann in qualità di Presidente, Carlos Tavares come Amministratore Delegato e Mike Manley, che non siede nel Consiglio di Amministrazione ma ha la responsabilità di guidare il mercato americano.

Tavares (PSA): multe per le emissioni? Cavallo di Troia cinese
Carlos Tavares
FCA-PSA fusion
John Elkann
FCA-PSA fusion
Mike Manley

Nel CdA ci sono anche nove amministratori non esecutivi: Robert Peugeot (Vice Presidente), Henri de Castries (Senior Independent Director), Andrea Agnelli, Fiona Clare Cicconi, Nicolas Dufourcq, Ann Frances Godbehere, Wan Ling Martello, Jacques de Saint-Exupéry e Kevin Scott.

Sulla base dei dati del 2019, Stellantis dovrebbe diventare il quarto gruppo al mondo nell’industria auto con circa otto milioni di veicoli venduti e quasi 190 miliardi di fatturato.

Per il 2020 sono già usciti i dati di PSA che ha chiuso l’anno con 2,5 milioni di unità vendute, in un anno che è stato segnato per tutti dalla crisi sanitaria. Un calo delle vendite annuo del 27,8%, ma per PSA ci sono state molte soddisfazioni. Sono ben 17 i modelli elettrificati in vendita e tre premi come il Car of the Year, Autobest e IVOTY.

In attesa dei dati di mercato definitivi, ecco come dovrebbe cambiare la classifica mondiale dei più grandi Gruppi automobilistici:

  1. Volkswagen Group
  2. Toyota Group
  3. Renault-Nissan Alliance
  4. Stellantis
  5. Hyundai-Kia
  6. GM
  7. Honda Motors
  8. FCA
  9. PSA
  10. Ford
  11. Mercedes Daimler

L'entrata di Stellantis in borsa

Lunedì 18 gennaio FCA da l'addio a Piazza Affari per lasciare spazio a Stellantis. Stessa sorte per PSA che, lo stesso giorno, viene sostituita a Parigi dal titolo del nuovo Gruppo. L'approdo a Wall Street avviene martedì 19 per motivi tecnici. Lunedì, infatti, è il Martin Luther King day e la Borsa di New York è chiusa (NYSE / MTA / Euronext Paris: STLA). Contestualmente è stato attivato il nuovo sito ufficiale www.stellantis.com.

Per celebrare il primo giorno di Stellantis, il Presidente e l’Amministratore Delegato suoneranno la campanella di apertura delle tre Borse in cui le azioni Stellantis saranno quotate. Ma, più che la quotazione della nuova entità, il prossimo avvenimento importante da tenere sotto controllo sarà la pubblicazione del nuovo piano industriale, che dovrebbe avvenire entro l’estate.

Tutti i marchi di Stellantis

Che la nuova storia abbia inizio, ma prima di seguirla è bene ricordare tutti i Brand che compongono la nuova "galassia Stellantis". Perchè sono proprio i Brand, attraverso i loro prodotti e servizi, che hanno il compito di determinare il successo di questa fusione.

Abarth

Il celeberrimo scorpione, nato nel 1949 da Karl Abarth che all'epoca modificava auto di serie per correre nelle competizioni e oggi è un brand con una propria identità. E così come la Fiat 595 Abarth degli Anni '60, anche oggi lo scorpione ha in gamma varie versioni dell'attuale 595.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Fiat Abarth 595
Abarth 595 Competizione MY 2021
Abarth 595 Competizione MY 2021

Alfa Romeo

Mezzo acronimo e mezzo nome di persona, Alfa Romeo nacque nel 1910 semplicemente come ALFA (acronimo di Anonima Lombarda Fabbrica Automobili), nel 1918 cambiò il nome in quello attuale dopo l'acquisizione da parte di Nicola Romeo. Modelli iconici sono la Duetto e la Spider 2000 Veloce, insieme alla Giulia e alla Giulietta che sono tornate nella produzione più recente. In attesa del nuovo SUV compatto: la Tonale.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Alfa Romeo Tonale concept
Alfa Romeo Tonale concept

Chrysler

Auburn Hills, USA, 6 giugno 1925: l'imprenditore Walter Chrysler fonda l'omonima azienda che dava la seconda lettera al Gruppo FCA. E già pochi anni dopo la fondazione arriva un modello molto ben ricordato, la Chrysler Airflow, studiata nel 1933 nella galleria del vento.

Più di recente ricordiamo una delle berline "presidenziali" più conosciute, la Chrysler 300C, che per un periodo arrivò anche in Italia sotto il nome di Lancia Thema.

Citroen

Nata ufficialmente nel 1919 da una "riconversione" della fabbrica, sorge al posto di un'attività del proprietario André Citroen che fino a quel momento aveva costruito materiali meccanici e bellici. Per ricordare qualche modello iconico, pensiamo alla DS19/DS20, alla 2CV e alla Dyane. Più di recente, invece, la particolare C4 Cactus e la crossover C3 Aircross.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Citroen 2CV
Citroen C5 Aircross
Citroen C5 Aircross

Comau

Comau è un'azienda italiana con sede a Torino. Integrata con 20 società controllate, sviluppa e realizza processi di automazione, soluzioni e servizi di produzione ed è specializzata in robot di saldatura e in macchine per magazzini automatizzati.

Dodge

I fratelli Dodge furono inizialmente finanziatori per la nascita di Ford Motor Company, ma quando quest'ultima si rifiutò di comprare la loro attività, decisero di fondare la Dodge Brothers Motor Vehicle Company nel 1914. Da ricordare, oltre al motore Red Ram Hemi V8 del 1953, auto come la Charger e la Challenger, insieme alla Viper che è arrivata quasi fino ai giorni nostri (ma che, almeno per il momento, non è più in produzione). Curiosità: oggi con il marchio Dodge viene commercializzato anche il Fiat Ducato negli Stati Uniti.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Dodge Charger R/T
Dodge Durango SRT Hellcat, la prova
Dodge Durango SRT Hellcat

DS Automobiles

La prima volta che si lesse "DS" nel 1955 si trattava di una sigla per il modello Citroen DS (che divennero poi DS19 e DS20 fra le altre), ma nel 2008 i diritti vennero rinnovati per creare una linea di veicoli più elevati, lussuosi e ricchi nelle dotazioni. E dalla DS 3 arrivò poi la DS 4, mentre l'alto di gamma rimane la DS 7 Crossback.

Essai DS 3 Crossback 2019
DS 3 Crossback

FIAT

Fabbrica Italiana Automobili Torino. Difficile non conoscere lo storico acronimo di Fiat, che venne creata da 12 soci fondatori nel capoluogo piemontese nel lontano 1899. Poco più tardi venne costruito il Lingotto, ancora oggi fulcro di Torino (anche se non produce più veicoli dal 1982).

Di modelli che hanno segnato la storia ce ne sono a bizzeffe, ma si sa che la "Nuova 500" del 1957 rimane un simbolo, tant'è che è arrivata fino ai giorni nostri (con qualche interruzione) e ora è disponibile anche completamente elettrica.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
La Fiat Nuova 500
I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Nuova Fiat 500 elettrica

FIAT Professional

Fondata nel 2007 sostituendo la Fiat Veicoli Commerciali (Fiat LCV), si tratta della branca Fiat impegnata nella produzione di furgoni, van e in generale veicoli da lavoro omologati autocarri. Il più conosciuto e diffuso dei modelli Fiat Professional è probabilmente il Ducato, nelle varie configurazioni di passo, tetto e "Maxi".

Free2Move

Non è un "costruttore" di auto, ma la branch strategica che in PSA si occupa di mobilità intesa come servizi di car sharing e soluzione di noleggio a breve, medio e lungo termine.

Free2Move

Jeep

Nata come auto da guerra nel 1941, Jeep punta tutto sulle ruote alte e il fuoristrada. In effetti, viene considerato il primo ad aver creato il SUV come lo conosciamo oggi, con la Jeep Willys Wagon del 1949. Oggi la ricordiamo per modelli iconici ancora in produzione come il Renegade, il Compass, la Wrangler e il Grand Cherokee.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Jeep Willys
Jeep Renegade 4xe
Jeep Renegade 4xe

Lancia

Anche lei non avrebbe bisogno di presentazioni. E' una delle più antiche Case automobilistiche italiane. Lancia nasce nel 1906 a Torino, concittadina di Fiat. Le sue auto sono volte al lusso e quindi anche di grandi dimensioni. A tal proposito ricordiamo la Flavia, la Flaminia, la Thema e la sfortunata Thesis. Ci sono poi i mostri sacri, entrati nella storia grazie ai successi sportivi come la Fulvia e la Delta. I grandi numeri in termini di vendite li ha fatti - e continua a farli - una piccola che affonda le sue radici negli anni '80: la Ypsilon. Purtroppo per questo marchio al momento non è previsto alcun piano di sviluppo concreto.

Lancia Delta HF Integrale Evo 2 Blu Lagos
Lancia Delta HF Integrale
35 anni di Lancia Ypsilon, dalla Y10 ad oggi
Lancia Ypsilon

Leasys

Nata nel 2001 come joint venture fra Enel e Fiat, quest'ultima ne diventa unica proprietaria nel 2005. A oggi, Leasys si occupa di offerte di noleggio - a breve e a lungo termine - e servizi per la mobilità, occupando il 20% del mercato.

Maserati

Produttore di auto sportive che strizzano da sempre l'occhio alle corse, Maserati nasce nel 1914 a Bologna, ma la sua sede è stata spostata poi a Modena, in piena Motor Valley. Una delle auto più iconiche rimane la Maserati MC12, che ha avuto una specie di "erede spirituale" con la recente MC20.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Maserati MC12
Maserati MC20
Maserati MC20

Mopar

E' un brand americano storico acronimo di "MOtor" and "PARts" oggi specializzato nella produzione e la distribuzione di ricambi e accessori per tutte le auto dell'ex Gruppo FCA. Si occupa anche di personalizzazioni e allestimenti speciali, in particolare negli Stati Uniti.

Opel e Vauxhall

Una fra le Case automobilistiche più antiche, Opel venne fondata da Adam Opel (a cui rimanda la piccola Opel Adam) nel lontano 1862, ma all'epoca era volta alla produzione di macchine per cucire. Nel 1886 è passata alle biciclette, e nel frattempo il fondatore era assolutamente contrario agli "aggeggi ad autotrazione per milionari spendaccioni" che erano le prime auto di fine Ottocento. 

Dopo la scomparsa del primo fondatore, Opel cambiò radicalmente idea e nel 1901 arriva la primissima vettura interamente progettata dalla Casa, la 10/12 PS. Ricordando alcuni modelli iconici successivi, pensiamo alla GT coi fari a scomparsa a rotazione, o alla Kadett GT/E dei rally.

Oggi, la più recente delle Opel è la nuova Corsa, la prima nata dopo l'acquisizione dell'ex Gruppo PSA. 

Vauxhall è un marchio che va in parallelo con Opel: viene usato al suo posto, ad esempio, nel Regno Unito.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Opel GT
Opel Corsa-e la prova del Garage di InsideEvs.it
Opel Corsa-e

Peugeot

Come Opel, le sue origini sono "antiche": Peugeot, infatti, è stata fondata nel lontanissimo 1810, quindi ha ben 211 anni sulle spalle alla nascita di Stellantis. E la sua storia è particolare, perché è passata dalle fonderie di acciaio alla moda, dalle biciclette ai macinatori, fino ad arrivare ai proiettili.

Già nel 1890, però, la Casa si è impegnata a produrre auto, e da lei nacquero modelli ancora oggi molto ricordati come la 205 Turbo 16, una fra le regine dei rally e del Gruppo B degli Anni '80, insieme alla più piccola 106 Rallye. Più di recente, la nuova 208 ha vinto il Car of the Year 2020 anche grazie al suo rinnovato corso stilistico, ed è una fra le punte di diamante della gamma Peugeot.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Peugeot 205 Turbo 16
Peugeot 3008 Hybrid4 restyling,  la prova della ibrida plug-in
Peugeot 3008 Hybrid4

RAM

Inizialmente la sua storia nasce come pick-up "Heavy Duty" sotto il marchio Dodge, con versioni dal 1500 al 6500 usato dai carroattrezzi, ma dal 2009 è diventato un brand indipendente sempre specializzato in veicoli col cassone.

7. Ram 58 pt.

SRT

Così come per RAM, anche SRT era inizialmente una sigla che indicava le varianti più sportive dei modelli Dodge, spesso seguito da un numero che indicava la quantità di cilindri del motore. Pensiamo, ad esempio, alla Dodge Neon SRT-4 o alla Dodge Viper SRT10.

Oggi è famoso per il potentissimo Dodge Durango SRT, insieme alla Dodge Challenger SRT.

I modelli più iconici dei marchi di Stellantis
Dodge Challenger SRT Demon

Teksid 

Non è un costruttore d'auto nel senso comune della parola, ma in senso "materiale". La Teksid è infatti un'azienda siderurgica fondata nel 1978 dall'allora Gruppo Fiat, e impegnata nella lavorazione dei metalli e in particolare di acciaio, ghisa e alluminio destinati a componenti di motori e trasmissioni.

Fotogallery: I modelli più iconici dei marchi di Stellantis