Apple potrebbe produrre la propria auto elettrica e a guida autonoma assieme a Kia, che conferma di star lavorando con varie aziende

Da qualche settimana si è tornato a parlare della Apple Car, l'auto del colosso di Cupertino data per "morta" da tempo ma tornata alla ribalta grazie a nuovi rumors.

Voci di corridoio diventate sempre più insistenti e confermate, quasi sottovoce, da differenti fonti. Prima è stata Hyundai a parlare di trattative con Apple per supporto alla produzione, ora arriva Kia (parte del Gruppo Hyundai) che - secondo Reuters - ha dichiarato di essere in contatto con differenti aziende estere per stringere accordi circa la produzione di auto elettriche e a guida autonoma.

La base c'è

La scelta, ancora tutta da confermare, da parte di Apple di affidare la produzione della propria prima auto a Kia non è certo un caso: la Casa coreana (assieme a Hyundai) ha infatti sviluppato una piattaforma, chiamata E-GMP, dedicata proprio ai modelli a batteria, pronta a debuttare sulla Ioniq 5 tra qualche settimana.

Rendering di Apple Car di Motor1

Una meccanica tutta nuova pronta ad adattarsi a differenti tipologie di modelli, esattamente come la MEB di Volkswagen. E proprio come il Colosso tedesco anche il Gruppo coreano potrebbe decidere di rendere disponibile anche per altri costruttori la propria piattaforma, così da ammortizzare ulteriormente l'investimento.

I rumors infatti parlano di differenti aziende estere, nel cui gruppo potrebbe esserci Apple.

Presto, ma non subito

Sempre secondo i rumors la Apple Car potrebbe vedere la luce già entro la fine del 2021, probabilmente però solo in veste di concept, per poi diventare di serie nel 2024, anche se alcuni parlano del 2028 come data di presentazione del modello definitivo.

Qualunque sia la data siamo certi che l'auto elettrica di Apple non sarà banale e presenterà numerose tecnologie all'avanguardia, come fatto da Cupertino su tutte le novità presentate nel corso della sua vita (dal Mac all'iPad passando naturalmente per l'iPhone).

Ci si aspettano quindi sistemi di guida assistita evoluti e almeno di Livello 4, o comunque pronti per guidare in autonomia l'auto, quando le leggi lo permetteranno.

Fotogallery: Motor1 Apple Car Renderings