Versatilità è la parola d'ordine quando si tratta della gamma Seat Leon. Una famiglia di vetture le cui motorizzazioni alimentano le possibili alternative. Come ad esempio il metano, che si va quindi ad affiancare a 2 unità mild hybrid, un propulsore ibrido plug-in, 4 benzina e 2 Diesel, portando la quota complessiva a 10.

Motorizzazione collaudata

Sotto il cofano di questa particolare versione di Seat Leon a metano, presenzia il noto 1.5 TGI a ciclo Miller abbinato al cambio automatico DSG 7 marce. Si tratta di un motore capace di 130 CV di potenza massima, le cui emissioni di CO2, secondo lo standard di omologazione WLTP, si attestano intorno ai 107-118 g/km.

La Leon TGI è una vettura “monovalente”, dove è il metano il vero protagonista, grazie ad un volume netto complessivo di 17,3 kg. Un dato sufficiente ad assicurare, in base a quanto dichiarato, 440 km di autonomia. Risultato confermato da un consumo di metano pari a 6,0-6,6 m3/100 km.

Presente anche un piccolo serbatoio da 9 litri riservato alla benzina, che porta l'autonomia complessiva a quota 600 km.

Quanto costa

La media spagnola è già disponibile in edizione hatchback, declinata secondo gli allestimenti presenti in gamma. Il prezzo di partenza è pari a da 21.550 Euro. Sono ovviamente a disposizione del pubblico tutta una serie di formule di acquisto dedicate.

Come quella denominata Senza Impegno, che parte da 299 euro al mese (TAN 4,99% - TAEG 6,02%) con anticipo zero e senza alcun tipo di vincolo. Infatti dopo il primo mese l’auto può essere restituita senza penali. La vettura in oggetto prevede una dotazione che include fari a Led, Seat Virtual Cockpit, cerchi in lega da 16”, Climatronic, Front e Lane Assist.

Fotogallery: Nuova Seat Leon 2020, le foto ufficiali