Bugatti ha presentato la Centodieci, hypercar in tiratura limitata, nell'estate del 2019. Da quel momento si è saputo ben poco, fino ad oggi: la Casa ha ultimato l'auto dal punto di vista estetico e ha annunciato la produzione del primo prototipo marciante.

Le consegne ai clienti dovrebbero nel 2022 e, per alimentare l'attesa, Bugatti ha rilasciato una serie di foto che mostrano l'hypercar in fase di costruzione, senza carrozzeria e con telaio e meccanica a vista.

Tra passato e futuro

Tra le prime cose che si notano osservando la Bugatti Centodieci "nuda" ci sono la fibra di carbonio, utilizzata in una miriade di applicazioni, e l'intricato impianto idraulico con i cinque radiatori, necessario ad alimentare l'enorme motore W16 quadriturbo montato in posizione centrale.

Inizia la produzione del prototipo Bugatti Centodieci

Prima dei test dinamici che vedranno scendere in pista i vari prototipi, verranno fatte ulteriori simulazioni avanzate in galleria del vento per saggiarne l'aerodinamica.

La Centodieci rende omaggio all'EB110 degli anni '90 e la sua influenza è evidente: la griglia a ferro di cavallo tipica di Bugatti è molto più piccola rispetto, per esempio, alla Chiron, e l'iconico montante B a forma di C ha lasciato il posto a cinque prese d'aria a forma di diamante.

Un lusso per pochissimi

Bugatti produrrà solo dieci esemplari di Centodieci, tutti già venduti (si dice anche Cristiano Ronaldo ne abbia comprata una) ad un prezzo di partenza di circa 8 milioni di euro più IVA ciascuno, optional esclusi.

La macchina avrà la potenza monstre di 1.578 CV e, sulla bilancia, sarà più leggera di 20 kg rispetto alla Chiron. Le prestazioni sono ovviamente stratosferiche: 0-100 in 2,4 secondi e velocità massima limitata elettronicamente a 380 km/h.