Nel piano "Reimagine" c'è anche l'idrogeno e Land Rover con un 60% di auto elettriche entro il decennio

Con il suo piano strategico Reimagine appena presentato il marchio Jaguar diventa al 100% elettrico, con Land Rover che proporrà un 60% di modelli elettrici. Un

Questa svolta epocale del gruppo Jaguar Land Rover verso l'auto a zero emissioni per un "lusso moderno e sostenibile" inizierà nel 2024 per protrarsi fino al 2030, mentre l'intero processo produttivo sarà a zero emissioni di CO2 dal 2039.

Nel 2024 la prima Land Rover elettrica

Il primo modello Land Rover completamente elettrico arriverà nel 2024 e nel giro di cinque anni il marchio britannico dei SUV e fuoristrada di lusso presenterà altre sei varianti 100% elettriche delle linee Range Rover, Discovery e Defender.

Fotogallery: Land Rover Discovery restyling (2021)

Entro la fine del decennio, quindi entro il 2030, i principali modelli marchiati Jaguar, Land Rover e Range Rover saranno offerti in versione a batteria.

Entro l'anno i prototipi a idrogeno

A questo si aggiunge l'importante scommessa sull'idrogeno, con i primi prototipi di auto a celle di combustibile che saranno su strada già entro dodici mesi e che rientrano nel piano di investimenti a lungo termine del gruppo inglese di proprietà indiana.

Tre piattaforme

Il piano per rendere elettrica l'intera offerta di Jaguar e di oltre la metà dei modelli Land Rover passa per forza di cosa anche da una nuova serie di piattaforme, cosa di cui parliamo in questo video talk agli Electric Days Digital 2021.

In pratica gli inglesi vogliono diversificare la forma e la sostanza dei tre marchi di lusso partendo da tre piattaforme distinte, due per Land Rover e una per Jaguar. Eccole qui riassunte:

  • Piattaforma MLA (Modular Longitudinal Architecture) per Land Rover
    • Mild hybrid
    • Plug-in hybrid
    • Elettriche
  • Piattaforma EMA (l’Electric Modular Architecture) per Land Rover
    • Elettriche
  • Piattaforma Jaguar
    • Elettriche

Fotogallery: Jaguar F-Type Heritage 60