Poche informazioni sulla futura 486, ma la cavalleria sarà uno dei suoi punti di forza

La nuova Ferrari ibrida con motore V6 è quasi pronta ad essere lanciata col nome di Ferrari 486.

Oramai non è più un segreto, tanto che ve ne abbiamo parlato in una precedente occasione. La casa di Maranello aveva annunciato quali fossero le sue intenzioni a tema elettrificazione già nel lontano 2018.

Per ora solo muletti

Abbiamo visto e “sentito” più di un veicolo in prova lungo le strade emiliane. Dei veri e propri muletti, camuffati per celare le linee e la tecnologia della prossima Ferrari ibrida. Quello che ancora non sappiamo è quanto sarà potente la nuova supercar di Maranello.

Fotogallery: Le foto spia della Ferrari V6 ibrida (nome in codice F171)

Una fonte della rivista Car potrebbe far luce su questo dilemma amletico. Tale fonte sostiene che la nuova Ferrari ibrida (il cui nome in codice è presumibilmente F171) sarà equipaggiata di un V6 da 3,0 litri biturbo e di un solo motore elettrico. Pare che la potenza combinata si aggiri intorno ai 700 CV (522 kW) di cui 110 CV (82 kW) provenienti dall'unità elettrica.

Essendo questa motorizzazione montata in linea al V6, la nuova Ferrari ibrida sarà a trazione posteriore e avrà un'autonomia nel solo modo elettrico tra i 25 e i 30 km. Ovviamente nulla è confermato, ma si allinea con altre voci di corridoio relativamente alla nuova supercar italiana.

La virtù sta nel mezzo

I dati non ufficiali collocano l'F171 tra l'SF90 Stradale da 1.000 CV (735 kW) e la Portofino da 600 CV (441 kW). Si prevede che la Ferrari lancerà il V6 ibrido come offerta di livello intermedio, anche perché le voci sul ritorno della denominazione Dino appaiono come improbabili a questo punto. I nomi sono stati argomento di discussione all'interno del mondo Ferrari ma, stando alle consuete voci di corridoio, pare che l'appellativo definitivo sarà 486.

Ferrari SF90 Spider
Ferrari SF90 Spider
Ferrari Portofino M
Ferrari Portofino M

Con le normative sulle emissioni sempre più severe in tutto il mondo, specialmente in Europa, un motore di piccola cilindrata con assistenza elettrica sembra l'unico modo per le supercar di sopravvivere a breve termine.

Ci attendiamo che il prossimo SUV Purosangue offra una configurazione simile. A tal proposito non ci sarà da attendere ancora a lungo. Sia la nuova 486 che la Purosangue dovrebbero uscire allo scoperto entro la fine dell'anno.