Spente per il Covid-19, le telecamere si riaccendono fino al 31 marzo prossimo per combattere le polveri sottili

Domani, mercoledì 24 febbraio 2021, si riaccendono le telecamere di controllo dell'Area C di Milano che erano state spente dal 5 novembre 2020 a causa della crisi pandemica da Coronavirus.

La riattivazione dell'Area C (ovvero la ZTL Cerchia dei Bastioni) ha però degli orari diversi rispetto alle misure prese prima del Covid-19, con controlli in vigore dalle 10:00 alle 19:30 e non più per le dodici ore continuative di prima che andavano dalle 7:30 alle 19:30.

Meno auto in centro, senza sovraccaricare il trasporto pubblico

La decisione presa dal Comune di Milano è stata dettata dall'aumento delle polveri sottili nell'aria della metropoli lombarda, dovuto anche all'aumento del traffico veicolare che, stando ai numeri riportati da Palazzo Marino, è aumentato del 19% nelle ultime settimane.

La nuova fascia oraria 10:00-19:30 per l'Area C è stata invece scelta per evitare di costringere tantissime persone a ripiegare sul trasporto pubblico proprio nella fascia 8-9, quella che viene definita "maggiormente sollecitata e a rischio di saturazione".

"L’attenzione per la salute ci chiede di diminuire le emissioni inquinanti"

Nell'annunciare l'iniziativa, l'assessore alla mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli, ha detto:

"E' nostra priorità mantenere sicuro il trasporto pubblico e consentire la scuola in presenza, tenere attive le attività economiche e di lavoro, prevenendo gli affollamenti e i rischi di contagio. Ma l’attenzione per la salute ci chiede di diminuire le emissioni inquinanti. Una doppia sfida che richiede misure urgenti che vadano subito in questo senso e che la gran parte delle città italiane sta già adottando. Abbiamo bisogno della condivisione e dell'alleanza di tutti, con scelte responsabili da parte delle istituzioni e comportamenti virtuosi da parte dei cittadini".