L'edizione limitata omaggia la storia della GTI, ha tutto ma non il limitatore di velocità massima

La Volkswagen Golf GTI compie 45 anni, cifra quasi tonda che non poteva certamente passare inosservata agli occhi degli appassionati. Da tempo giungevano voci da Wolfsburg di una possibile edizione limitata che richiamasse all'attenzione la mitica storia del "Pocket Rocket" per antonomasia. Ecco la GTI Clubsport 45.

La sostanza non cambia 

Dalla Clubsport "normale", versione più sportiva della gamma GTI attuale, eredita tutta la parte meccanica. Il motore resta il più che collaudato 2.0 TSI EA888 evo4, qui con mappatura da 300 CV, abbinato al DSG a 7 rapporti.

Confermati anche la trazione anteriore con differenziale a controllo elettro-idraulico multifrizione (VAQ) e l'assetto a controllo elettronico ribassato di 15mm con modalità Nurburgring.

Cambia invece lo scarico che nella 45, grazie al pacchetto dedicato Race, diventa ancora più sportivo di quello proposto di serie, pacchetto che insieme rimuove anche il limitatore di velocità di 250 km/h, per una velocità massima non dichiarata. Per la gioia chi la può guidare in Autobahn o in pista.

VW Golf GTI «Clubsport 45»

Più cattiva

Per un'edizione così speciale, però, ci voleva un'estetica altrettanto speciale, che evocasse il glorioso passato e la celebre storia del marchio GTI. Nuovi infatti i cerchi da 19 pollici Scottsdale dedicati, abbinati a finiture nere lucide per calandra e specchietti. Finiture che richiamano l'originale Golf GTI del 1976 con calandra nera e bordino rosso. Sulla fiancata e negli interni campeggiano i loghi 45.

La GTI Clubsport 45 si può ordinare a partire dal 1 marzo in Germania, non è ancora certo il numero di esemplari che ne saranno prodotti ed il suo eventuale arrivo nelle concessionarie italiane. Il prezzo? 47.790 euro per il mercato tedesco.

Fotogallery: VW Golf GTI Clubsport 45