Oggi CNHI ha chiuso con un +7,56%, a seguire Stellantis (+5,86%) e Exor (+5,09%)

Lunedì positivo per le principali piazze europee, fisiologico dopo le discese dei giorni scorsi ma anche dovuto al fatto che sabato in America è passata al Senato la legge che stanzia 1.900 miliardi di dollari un po’ per tutti: famiglie, aziende ed enti pubblici.

A favorire l’andamento dei mercati anche le parole di una donna, nel giorno a loro dedicato. Janet Yellen, segretaria al Tesoro statunitense, ha dichiarato che il pacchetto di stimoli per il Covid-19 dovrebbe permettere all’economia americana di tornare alla piena occupazione nel 2022. 

Anche l’Italia ha beneficiato del movimento e il FTSE MIB ha messo a segno un bel + 3,12%, a cui, in buona parte hanno contribuito azioni legate alla famiglia Agnelli.

Perché è andata bene

Regina della giornata è stata CNHI con un +7,56%, a seguire Stellantis con il +5,86% e in quarta posizione Exor che ha fatto segnare il +5.09%. Due i principali motivi che stanno sostenendo le quotazioni della prima.

Da una parte le trattative con la cinese FAW per la cessione di Iveco, dall’altra l’acquisizione di una quota di minoranza in Monarch Tractor. Nel comunicato stampa si legge: “L’innovativa ed esclusiva piattaforma di trattori elettrici realizzata da Monarch combina un propulsore completamente elettrico con tecnologie per la guida autonoma”. 

Su Stellantis ha contribuito il fatto che l’assemblea degli azionisti ha approvato con il 99,6% di voti favorevoli la distribuzione di azioni ordinarie di Faurecia e 308 milioni di euro che sono quelli ricevuti da Peugeot per la vendita di azioni ordinarie di Faurecia nell’ottobre 2020. Notizie già note che hanno comunque corroborato le quotazioni del titolo. 

Exor "calza" Louboutin

Exor, la finanziaria della famiglia Agnelli, è stata spinta al rialzo poiché ha raggiunto un accordo per acquisire il 24% di Christian Louboutin, la nota casa di calzature di lusso francese con la suola rossa.

La nota congiunta Exor-Louboutin spiega che l’investimento da 541 milioni di euro di Exor consentirà al colosso del lusso transalpino di “accelerare la prossima fase di sviluppo”, con un focus particolare sul mercato cinese. L’accordo potrebbe concludersi entro il secondo trimestre di quest’anno e favorirà anche il rafforzamento sui canali digitali di Louboutin.

La cassaforte di casa Agnelli entra nel settore delle calzature e rafforza la sua presenza nel settore del lusso che va ad affiancarsi agli investimenti già presenti in Stellantis, Ferrari, Juventus, PartnerRe, The Economist, Gedi e Cnh.

L’annuncio sembra perfetto nel giorno della festa della donna, visto che le Louboutin sono iconiche protagoniste di film e serie televisive e, come disse il fondatore della Casa: “Il tacco a spillo è l’arma che gli uomini non hanno”.

Foto di geralt da Pixabay.