La Pagani Huayra R sta arrivando. Lo sappiamo già da tempo e nelle scorse settimane ne abbiamo sentito prima il sound del suo magnifico V12, per poi rimanere stupiti davanti alle dimensioni XXL del suo alettone posteriore.

Purtroppo però dell'incarnazione più potente ed estrema dell'hypercar di Horacio, destinata a sfogarsi solo e unicamente in pista, non abbiamo visto altro.

Fino ad oggi, con l'arrivo di 2 nuovi teaser: il primo è un video e la mostra di profilo, il secondo invece si limita a una foto di 3/4 anteriore. Peccato però che tra teli e ombra non ci siano immagini chiare, anche se ci sono indizi che aiutano a definire meglio quale sarà l'anima della Huayra più cattiva di sempre.

Dalla Zonda alla 917

Il breve video teaser infatti mostra nei riflessi sia le versioni più normali delle auto firmate Pagani, vale a dire Zonda e Huayra, sia la Zonda R, della quale la Huayra R sarà diretta discendente. C'è poi una sorpresa: l'immagine della Porsche 917 K, capace di aggiudicarsi la 24 Ore di Le Mans nel 1970 e nel 1971.

Un'auto che rappresenta un vero e proprio mito del motorsport, alla quale (almeno sembra) la prossima creatura da pista di Horacio potrebbe ispirarsi, non nelle forme ma nello spirito da bolide senza compromessi e potenza esasperata.

A guardare il profilo della Huayra R si nota infatti la presenza di certo non discreta dell'alettone posteriore, assieme a quello che sembra essere un roof-scoop. Ma il telo gioca bene le sue carte e ci lascia con numerosi dubbi.

Teaser Huayra R

Solo aspirata

Anche del motore sappiamo poco, se non che si trattera di un V12 firmato AMG. Secondo alcuni sarà un aspirato, con zona rossa a quota 9.500 giri, secondo altri invece si tratterà del V12 biturbo che sulla Huayra Tricolore raggiunge 840 CV. Una potenza da urlo che sulla Huayra R salirà ulteriormente, per superare i 900 CV.

Tanti dubbi che ci porteremo dietro ancora per qualche tempo: l'ultima opera di Horacio Pagani infatti dovrebbe debuttare tra qualche settimana.

Fotogallery: Pagani Huayra R, i teasers