La nuova compatta tedesca sarà costruita sulla base della Peugeot 308 e dovrebbe avere anche una variante ibrida plug-in

Recentemente vi avevamo mostrato le foto della nuova Peugeot 308 praticamente senza mimetizzazioni. La terza generazione della compatta francese sarà fortemente imparentata con la nuova Opel Astra, la quale è stata pizzicata durante i test con una camuffatura sgargiante gialla e nera.

Di solito siamo abituati a vedere teli e adesivi neri e grigi e poche volte ci era capitato un prototipo con una livrea capace così tanto di attirare l’occhio.

Aria (ibrida) di famiglia

Anche se l’Astra e la 308 condivideranno la piattaforma EMP2, è evidente che il look sarà completamente diverso. I dettagli non sono ancora ben visibili, ma si capisce già che la nuova Astra riprenderà il family feeling delle ultime Opel.

In particolare, il frontale si rifà a quello della concept GT X mostrata nel 2018 e che è stato presentato sulla Opel Mokka. L’Astra avrà quindi un design piuttosto simile a quello della crossover con una parte frontale spigolosa caratterizzata da sottili fari LED.

Nuova Opel Astra, le prime foto spia
Nuova Opel Astra, le prime foto spia
Nuova Opel Astra, le prime foto spia

Notiamo che il prototipo ha due tappi per il serbatoio e questo potrebbe significare la presenza di una motorizzazione ibrida plug-in. Un bocchettone sarebbe per il serbatoio del carburante, l’altro per ricaricare la batteria.

Un altro indizio sulla natura elettrificata della nuova Opel Astra è dato dal simbolo del fulmine presente sulle porte posteriori. Non sappiamo se i pannelli gialli e neri siano disposti casualmente, però alcune voci parlano effettivamente di una variante a batteria in arrivo.

In realtà, Opel sarebbe al lavoro su due versioni ibride plug-in, una a trazione anteriore una sportiva da 300 CV marchiata OPC (la sigla che identifica le Opel più estreme).

In arrivo nei prossimi mesi (anche wagon)

La nuova 308 debutterà il 18 marzo e potrebbe essere seguita nelle settimane successive dall’Astra, mentre l'arrivo in concessionaria è previsto nella seconda metà del 2021.

Da notare come il nuovo modello tornerà ad essere prodotto nello stabilimento di Russlsheim in Germania. Negli ultimi anni, invece, l’Opel era stata assemblata ad Ellesmere Port (Regno Unito) e a Gliwice (Polonia).

Come la Peugeot, anche l’Astra verrà proposta in versione station wagon. Per la famigliare ci sarà però ad aspettare ancora un po’ prima di vederla impegnata nei test su strada.

Fotogallery: Nuova Opel Astra, le prime foto spia