Dopo Ferrari Rex, la biografia dedicata a Enzo Ferrari, l’autore cremonese Luca Dal Monte ci coinvolge con un’altra opera incentrata sul mondo dei motori. Con “Belli e Dannati. Vivere e morire nella Formula 1 degli anni 70”, Dal Monte ci riporta con la mente a un decennio passato alla storia per i grandi duelli in pista, ma anche per le tragiche scomparse di numerosi piloti.

Come la F1 diventa il Circus

Il libro racconta quattordici storie ambientate nel mondo delle corse avvenute tra il settembre del 1970 e il luglio del 1979. È stata l’epoca che ha segnato una svolta importante nel mondo della Formula 1 e che l’ha resa, di fatto, il vero “Circus” che è tutt’oggi. È stato il decennio delle battaglie tra James Hunt e Niki Lauda, narrate anche nel capolavoro cinematografico “Rush”.

Sono stati tanti però i piloti a perdere la vita in circuiti e monoposto all’epoca davvero poco sicure. Proprio su quest’ultimo aspetto si è concentrato Dal Monte. In “Belli e Dannati” si parla soprattutto dei sentimenti, dei pensieri e delle paure che provavano gli uomini e le donne protagonisti del mondo della Formula 1 degli anni '70.  

Una serie di successi

Come si diceva, in precedenza Luca Dal Monte si era distinto per Ferrari Rex che negli ultimi anni ha ottenuto numerosi riconoscimenti in tutto il mondo. Il libro è stato infatti vincitore del Premio Selezione Bancarella Sport ed è stato finalista del Motoring Book of the Year Award del Royal Automobile Club inglese. Il New York Times ha definito la storia di Enzo Ferrari narrata nell’opera come “la biografia definitiva di uno dei giganti del mondo dell’automobile”.

In precedenza, Dal Monte aveva firmato altri libri come “La Congiura degli Innocenti. Dalla Brabham-Alfa Romeo all’Alfa-Alfa” e ha avuto un ruolo attivo nel romanzo “La Scuderia”.

Il nuovo racconto dello scrittore di Cremona fa parte della collana "Grandi corse su strada, pista e rallies" ed è edito da Giunti e Giorgio Nada Editore. Il libro è già in vendita al prezzo di 24 euro.