L'Alfa Romeo Giulia GTA è stata una delle novità più ammirate del 2020, col suo V6 portato a 540 CV, l'aerodinamica ripensata e la meccanica ulteriormente affinata per renderla un vero bolide da pista.

Un modello a lungo atteso che ha riportato in auge il logo GTA, nato nel 1965 a bordo della Giulia GTA dell'epoca e da allora sinonimo di sportività senza compromessi per la Casa del Biscione. Un grande ritorno celebrato anche in Formula 1 da Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen, piloti del team Alfa Romeo Racing, che sulle loro tute porteranno la scritta GTA (il finlandese) e GTAm (l'italiano).

Dalle corse alle corse

Un omaggio da chi l'Alfa Romeo Giulia GTA (e la sua versione dedicata esclusivamente per la pista GTAm) ha collaborato a svilupparla: la super berlina del Biscione infatti è stata portata in pista a Balocco dai 2 piloti, per i test finali di messa a punto di aerodinamica ed assetto.

Il risultato? Siamo davvero curiosi di effettuare la prova dell'Alfa Romeo Giulia GTA e capire come cambia un'auto che, già nella sua versione Quadrifoglio, ha saputo dare gran filo da torcere alla concorrenza tedesca.

Com'è e come cambia

Basate sulla Quadrifoglio le Alfa Romeo Giulia GTA e Giulia GTAm beneficiano di un lavoro di modifiche che hanno evoluto molti aspetti dell'auto, a partire dalla carrozzeria arricchita da numerose appendici in fibra di carbonio, con la GTAm che si fa riconoscere fin dal primo sguardo per il grosso alettone posteriore.

Fibra di carbonio utilizzata per cofano, tetto, paraurti anteriore, passaruota e sedili sportivi, per un peso tagliato di 100 kg e ora a quota 1.520 kg totali. Sono presenti anche altri materiali leggeri come l’alluminio per alcune parti di motore, portiere e sospensioni e il Lexan, uno speciale policarbonato proveniente dal motorsport, per i finestrini della GTAm.

Il vero protagonista però è il motore, quel V6 di 2,9 litri che da 510 passa a 540 CV e un rapporto peso/potenza di 2,82 kg/CV. La velocità massima non è stata comunicata, mentre sappiamo che lo 0-100 km/h lima 0,3" rispetto alla Giulia Quadrifoglio, fermando il cronometro a 3,6”.

Fotogallery: Alfa Romeo Giulia GTA con Raikkonen e Giovinazzi