Negli ultimi anni, l'attenzione alla sicurezza riguardante gli animali domestici è cresciuta: alberghi, villaggi vacanze e luoghi di svago che un tempo non consentivano l'ingresso a cani e gatti oggi hanno cambiato politica permettendo a molti proprietari di non rinunciare a gite e vacanze insieme agli amici a quattro zampe. 

Portarli con sé però non è così banale, ma anche per questa esigenza esistono accessori o interi allestimenti che, al pari degli altri sistemi di trasporto per oggetti particolari, si possono trovare già nei listini delle case.
Ecco come sono fatti e quanto costano.

Animali a bordo, le regole

Prima di esaminare gli equipaggiamenti, vediamo prima quali sono le regole da rispettare.
Il codice della strada, art. 169 comma 7 riporta che "è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida".

Ma subito dopo precisa che "E' consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio competente del Dipartimento per i trasporti terrestri".

Allestimenti trasporto animali

Divisori e altri accessori

In sintesi, è possibile sfruttare anche la zona dei sedili posteriori, ma occorre sempre un divisorio che però deve essere rimovibile, a meno che il veicolo non sia omologato come autocarro.
Ecco cosa si trova in commercio per quel che riguarda la divisione degli spazi:

  • Divisorio parziale: è quello fatto per dividere solo la parte di abitacolo che va dallo schienale dei sedili al cielo dell'abitacolo. Può avere vari tipi di staffe e ancoraggi a seconda di dove viene fissato. Può essere su misura, specifico per uno o più modelli, oppure regolabile in larghezza e più limitatamente in altezza.
  • Divisorio integrale: è ideato per svilupparsi in verticale, dal pavimento del vano bagagli (o dell'abitacolo) fino al tetto. Ne esistono su misura o universali (dei quali parliamo nella sezione aftermarket).
  • Divisorio longitudinale: serve a limitare lo spazio riservato all'animale, consentendo di  conservare una parte del vano di carico per i bagagli.
  • Stuoie o vasche: oltre a rendere più comodo il viaggio proteggono il fondo del vano che, specie se moquettato, rischia di riempirsi di peli difficili da rimuovere. Possono essere morbide o rigide e di varie misure o dimensioni, con prezzi di poche decine di euro.

Allestimenti "su misura"

Se la maggior parte degli accessori in commercio sono generici, anche in questo caso ci sono Costruttori che hanno previsto dei set specifici e personalizzati per i propri modelli. Inutile dire che sono da preferirsi perché di dimensioni perfette per l'auto e accompagnati da appositi ancoraggi sul pavimento, sui sedili o sul tetto. Oltre a renderli più stabili, questi fanno anche da articolazioni, come nel caso di Volvo, che nel suo "set Dogs" per V90 e XC90 include un divisorio integrale che si può ripiegare e fissare al tetto in modo da poter abbattere i sedili posteriori senza doverlo smontare.

Una volta tanto però persino la Casa svedese, sempre attenta alle soluzioni pratiche, è stata superata: in questo caso da Nissan, che dopo aver allestito una concept chiamata "4Dogs", ha introdotto un allestimento per X-Trail chiamato Trainer con una serie di accessori tra cui persino uno scivolo telescopico e una doccetta con serbatoio sotto il piano di carico e pompa alimentata tramite presa a 12V.

Allestimenti trasporto animali

Cos'altro serve

  • Se l'animale non è abbastanza piccolo da viaggiare in una gabbietta o, appunto, in un trasportino e utilizza lo spazio normalmente occupato dai bagagli, è opportuno adottare rivestimenti facili da pulire. Non a caso molti set abbinano il divisorio a vasche o materassini. In più può essere utile verificare che nel bagagliaio non ci siano oggetti sporgenti che possano ferire l'animale in caso di manovre brusche e improvvise. 
  • Se il viaggio è particolarmente lungo, è suggeribile mettere nel bagagliaio anche una ciotola con l'acqua. Ne esistono alcune con bordi ricurvi o inclinati verso l'interno che impediscono all'acqua di uscire in presenza di oscillazioni laterali.
  • Se abbiamo scelto la vasca, attenzione, quelle in plastica "nuda" sono scivolose e si graffiano subito. Un materassino o una coperta bastano già a far stare più comodo l'animale ed evitare che si faccia male
  • Se l'animale è abbastanza grande da arrivare con la testa all'altezza dei finestrini, amerà guardare fuori. Non dimentichiamo di proteggere dove possibile le plastiche accanto ai finestrini con qualche straccio. 
  • Viceversa, se è piccolo e sta dentro un trasportino, sinceriamoci che questo poggi su una superficie con buona aderenza, in modo che non sia sballottato ogni volta che curviamo o freniamo.
  • Non dimentichiamo, inoltre, di proteggere i paraurti usati come appoggio dall'animale durante la salita e la discesa. In commercio esistono inserti adesivi (o plastiche amovibili) utili sia a proteggere la vernice sia a offrire un buon appoggio alle zampe. Cosa offrono le case
Casa Modelli Allestimento Prezzo
Audi A4, A6 Avant, Q5, Q6, Q8, e-tron (non sportback) rete divisoria (ancorabile agli schienali posteriori o all'interno da 130 euro
BMW Serie 3,5 Touring, Serie 2 Active, X1, X2, X3, X5, X6, X7 rete divisoria da 200 euro
Nissan X-Trail Trainer (divisorio con grata, rivestimenti vano, scivolo per salita7sdiscesa, asciugamani, telo, doccia con pompa alim. a 12V) 1.599 euro + costo montaggio
Skoda tutte le wagon rete divisoria da 180 euro
Volvo V90, XC90 Dogs (rete divisoria ripiegabile contro il tetto, separatore longitudinale, vasca di contenimento, inserto paraurti in acciaio spazzolato) 820 euro

Gli accessori aftermarket

Escludendo stuoie e vasche (per le quali è sufficiente controllare i requisiti di qualità CEE, per evitare il rischio di materiali tossici e non a norma) gli accessori più facili da reperire sono le reti divisorie. La maggior parte di quelli disponibili sono universali e regolabili, con sostegni telescopici, a prezzi che partono da meno di 40 euro. Si consiglia però, se possibile, di scegliere quelli che hanno sistemi di fissaggio, da avvitare al pavimento o al soffitto, e che offrono un miglior sostegno e più stabilità.

Le griglie telescopiche con tamponi di gomma infatti sono un po' complesse da montare. Inoltre, l'ideale sarebbe che le griglie fossero posizionate all'interno, ossia contro gli schienali dei sedili e non verso il vano di carico, perché ci sono piccole sporgenze contro cui l'animale potrebbe farsi male, ma per questo la rete andrebbe montata abbattendo i sedili, che è una complicazione in più.

Fotogallery: Allestimenti per il trasporto animali