Il Salone di Tokyo quest'anno non si farà. E' la prima volta che viene cancellato dalla sua nascita (nel 1954) e la causa è sempre la stessa: il coronavirus. Si continua tuttavia a parlare di una possibile edizione online, una sorta di salone "virtuale" di cui però non si ha ancora alcuna certezza.

Solitamente il salone dell'auto di Tokyo si svolge ogni due anni tra ottobre e novembre, quindi è possibile che l'appuntamento sarà in quel periodo.

Una questione di sicurezza

Akio Toyoda, presidente del Gruppo Toyota e a capo dell'Associazione dei costruttori di auto giapponesi, ha spiegato che la decisione di annullare l'evento presso il Makuhari Messe di Chiba si è resa necessaria perché è troppo difficile mantenere il programma rispettando le condizioni di sicurezza per un pubblico così ampio. Solitamente al Salone biennale partecipano più di un milione e 300mila persone.

E' così che al momento l'unico salone che ha riaperto al pubblico resta quello di Shanghai, in Cina. Le novità presentate sono state numerose, pensiamo al nuovo SUV elettrico Mitsubishi Airtrek, alla speciale 911 Turbo S per i 20 anni di Porsche in Cina o alla BMW i4 in allestimento M Sport. In quest'articolo vi spieghiamo come e perché la Cina detta tempi (e modelli) al mondo dell'auto.

A causa della pandemia anche i saloni di Ginevra e di New York sono stati annullati. In Italia, invece, qualche cosa si muove e alcuni eventi si stanno riaffacciando sul territorio. E' il caso, ad esempio di Milano Monza Motor Show (10-13 giugno), 1000 Miglia (16-19 giugno) e Motor Valley Fest (1-4 luglio). Qui trovate tutti gli eventi auto del 2021, quando ci sono e dove si vedono.