La seconda generazione della Mazda CX-5 ha debuttato nel 2017 ed è stata oggetto di restyling nel 2019. Ora la Casa giapponese sta preparando il nuovo modello che vedremo verso la fine dell’anno o nei primi mesi del 2022. Si profilo un cambio d’identità per il SUV medio che potrebbe chiamarsi CX-50.

The Fast Lane ha mostrato le prime foto spia della prossima generazione della Mazda a ruote alte.

Più grande e più affilato

Il prototipo del SUV si presenta ricoperto in buona parte dalle mimetizzazioni. Tuttavia, si possono notare delle proporzioni diverse rispetto al modello attuale. Nella fiancata, troviamo dei nuovi cerchi in lega con dettagli argento e neri e, soprattutto, dei passaruota di dimensioni maggiori.

La parte posteriore appare più grande e di forme differenti. Ad esempio, la targa è posizionata nella zona inferiore e non più perfettamente centrale. Inoltre, la superficie dei finestrini sembra ingrandita e lo sportellino del serbatoio non è nella stessa posizione della CX-5 attuale.

Nel frontale, la griglia è più piccola e le luci LED sono sottilissime. Meno cambiamenti, invece, per il cofano che presenta un design simile alla Mazda CX-5 ancora disponibile in concessionaria.

Trazione posteriore e motori mild hybrid

Le dimensioni maggiori e il cambio di nomenclatura avviato con la CX-30 ci fanno pensare che la CX-5 diventerà effettivamente una CX-50.

Riguardo al powertrain, alcune indiscrezioni parlano del passaggio alla trazione posteriore e a una serie di propulsori mild hybrid.

Il listino dovrebbe essere rinnovato soprattutto per le versioni a benzina. Alcune di queste potrebbero montare gli stessi motori dalla Mazda3, la quale è disponibile con un 2.0 mild hybrid di potenza variabile tra 122 e 186 CV. È probabile che vengano confermati i potenti 2.5 con valori vicini ai 200 CV e l’aggiunta di un motore elettrico. Non sappiamo, invece, se ci sarà ancora spazio per dei motori a gasolio.

I media americani parlano anche di un motore a benzina a 6 cilindri, ma difficilmente lo vedremo in Europa.