La fuoriserie francese, l'auto stradale più costosa della storia, sarà presentata a fine mese

Poco tempo dopo aver presentato in anteprima mondiale - era il marzo 2019 - La Voiture Noire al Salone di Ginevra, Bugatti ammise che sotto le linee ricercate della propria one-off si nascondeva un piccolo motore elettrico alimentato da un altrettanto piccolo pacco batterie. E no, non si trattava della prima auto elettrica della Casa francese.

Semplicemente quella esposta alla kermesse elvetica era una maquette, un modellino di stile e non la versione definitiva. Per quella ci sarebbero voluti ancora due anni e mezzo di sviluppo. Ed oggi ecco qui, a quasi 30 mesi dalla presentazione, in attesa di ammirare la Bugatti La Voiture Noire in tutto il suo definitivo splendore.

Arte e potenza

La sensazione che la fuoriserie francese fosse ormai pronta ce l'abbiamo già da qualche settimana, merito delle foto pubblicate lo scorso 22 aprile, a mostrarci La Voiture Noire impegnata in alcuni test nei pressi della fabbrica Bugatti di Molsheim. Ora ecco arrivare la conferma tramite una serie di particolari teaser pubblicati sul profilo Instagram Bugatti: "Ci vediamo il 31 maggio" recita la scritta.

 

Quella che è (e probabilmente rimarrà per molto tempo) l'auto stradale più costosa del mondo - 11 milioni di euro IVA esclusa - è quindi pronta per finire nelle mani del suo fortunato (e paziente) proprietario, del quale ancora non si conosce l'identità. Cristiano Ronaldo? Un qualche emiro? Forse la risposta arriverà il 31 maggio.

Il presente celebra il passato

Ispirata alla Type 57 SC Atlantic personale di Jean Bugatti, andata persa durante la seconda guerra mondiale, la Bugatti La Voiture Noire è basata sulla meccanica della Chiron, con forme interamente modellate su leggerissima fibra di carbonio a celare il monumentale W16 quadriturbo da 1.500 CV.

Fotogallery: Bugatti La Voiture Noire, i teaser della versione definitiva