Dall'Europa a Dubai, gli acquirenti dell'esclusiva vetturetta elettrica hanno iniziato a ricevere i primi esemplari personalizzati

Meno di un anno dopo essere stata presentata con annuncio della messa in produzione, la Bugatti Baby II ha iniziato a raggiungere i facoltosi clienti che l'hanno ordinata dai più remoti angoli del mondo, con i primi esemplari naturalmente tutti differenti tra di loro.

Come ogni prodotto Bugatti, infatti, anche questa vetturetta-giocattolo elettrica, di cui sono previsti soltanto 500 esemplari, offre varie opzioni di personalizzazione.

Solo per bambini?

La Casa ha fatto sapere che una di queste primissime unità è arrivata a Dubai, per la gioia di un cliente di lunga data del marchio francese (cosa quasi ovvia visto che l'acquisto è riservato ai possessori di Bugatti), mentre un'altra è stata consegnata al proprietario di un servizio di jet privati ​​nei vicini Emirati Arabi Uniti.

Quest'ultimo ha invece ordinato una versione Vitesse intermedia, con carrozzeria in fibra di carbonio e batteria da 2,8 kWh, da utilizzare per trasferimenti VIP dell'Aeroporto Internazionale Al Maktoum.

Accanto all'originale

Un altro esemplare di Baby II, annuncia sempre la Casa, è invece stato consegnato a un collezionista privato in Belgio, che ha potuto così aggiungere questa piccola replica in scala ridotta alla sua collezione di Bugatti prebelliche che include un vero esemplare di Type 35 A, il modello ispiratore, e a una delle originali Bugatti Baby costruite negli Anni '20 da Ettore Bugatti.

In questo caso, la scelta è caduta sulla versione top di gamma Pur Sang con carrozzeria in alluminio modellata a mano. Non contento, il collezionista ha opzionato uno specifico numero di telaio, il 388 di 500, per abbinarlo in modo perfetto all'originale Baby già in suo possesso.

Bugatti Baby II - Al via le consegne ai clienti
Bugatti Baby II - Al via le consegne ai clienti
Bugatti Baby II - Al via le consegne ai clienti

Una vera Bugatti

La Baby II è considerata un modello Bugatti a tutti gli effetti, afferma ancora la società, e come tale beneficia del programma di personalizzazione del marchio. Sono infatti disponibili innumerevoli combinazioni di colori, per esterno e interno, e in aggiunta ogni proprietario riceve automaticamente l'iscrizione al cosiddetto The Little Car Club, la cui appartenenza consente ai proprietari di guidare le loro piccole auto su piste rinomate in tutto il mondo in eventi speciali.

A titolo informativo, ricordiamo che i prezzi della Baby II partono da 30.000 euro per il modello base e salgono a 43.500 per l'allestimento Vitesse, mentre il livello Pur Sang top di gamma costa la bellezza di 58.500 euro. Ogni auto è fornita con una garanzia di fabbrica di 12 mesi e assistenza a vita.

Fotogallery: Bugatti Baby II, ecco i primi esemplari