Una borraccia può avere a che fare con la musica? Sì. Lo dimostra un progetto molto particolare - sostenuto da BMW Italia - che si chiama “Uno di Un Milione” e unisce la natura con l'arte, la musica e la tecnologia. Si parte dall'acqua, che è l'elemento vitale da cui tutti dipendiamo. Le fonti d’acqua di cui sono disseminati la Val di Sole, Pejo e il Parco Nazionale dello Stelvio hanno ispirato un brano musicale ed ora ogni nota si trova su una borraccia plastic-free (realizzata da Popack).

Su ogni borraccia c'è un QR-Code che permette di svelare una nota del brano, individuare le diverse fonti d’acqua del territorio e scoprire itinerari e paesaggi sonori creati ad hoc dagli artisti del Collettivo OP. Le borracce si comprano online su www.unodiunmilione.com e dal 5 giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente, in vari punti vendita della Val di Sole.

Un'opera da sostenere

Le case auto sono sempre più impegnate nella conservazione dell'ambiente (come raccontiamo nella rubrica Carbon Zero). Il Gruppo BMW non fa eccezione e pone il tema dell’utilizzo delle risorse (tra cui l’acqua) tra quelli più rilevanti per lo sviluppo sostenibile e il successo a lungo termine dell’azienda. Inoltre da tempo c'è la promozione di attività culturali (i dettagli sul sito www.specialmente.bmw.it).

BMW è partner del progetto “Uno di Un Milione”

“Arte e sostenibilità sono un binomio straordinario. Il progetto Uno di Un Milione di cui BMW Italia è partner nasce proprio dalla volontà di mettere insieme tematiche differenti, ma assolutamente connesse e orientate al futuro - dice Massimiliano Di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia - . È un momento di riflessione importante, attraverso la lente d’ingrandimento dell’arte, su temi fondamentali come l’utilizzo responsabile delle risorse, la cura del pianeta, il rispetto della natura, la voce dei giovani e il futuro che vogliamo progettare insieme. Del resto nel 2021 BMW è stato riconosciuto come il Brand più sostenibile in Italia ed è quindi naturale per noi essere parte attiva di questa storia”.

Dove e quando si ascolta l'opera

Il brano tratto dall'acqua, nella composizione ed arrangiamento finale di Silvio Morais D’Amico, è stato registrato a Milano dall’Orchestra e dal Coro di Voci Bianche dell’Accademia Teatro alla Scala, diretti da Pietro Mianiti.

Si potrà ascoltare per intero a Pejo 3000, a 3000 metri di quota, all’interno di una scultura monumentale realizzata da Morgana Orsetta Ghini del Collettivo OP. L’installazione verrà inaugurata sabato 3 luglio dai cantori del Coro di Voci Bianche dell’Accademia. Nella settimana successiva apriranno al pubblico i primi itinerari di Uno di Un Milione e i Paesaggi sonori in Val di Sole.