L'Acea, l'associazione europea dei costruttori europei di automobili, compie 30 anni e, per l'occasione, cambia look e visione strategica. 

 "Negli ultimi tre decenni abbiamo visto molti cambiamenti", ha esordito il direttore generale dell'Acea, Eric-Mark Huitema, nel corso di una premiere su YouTube che si è svolta stamattina. "Una cosa però rimane costante. Ed è l'importanza della nostra industria, che mantiene letteralmente l'Europa in movimento".

Huitema ha poi aggiunto:

«Guardando al futuro, vogliamo essere parte della soluzione per le sfide che l'Ue sta affrontando. Stiamo lavorando verso una nuova era di mobilità, dove tutti gli europei possono accedere a soluzioni di trasporto a prezzi accessibili che siano verdi e pulite, intelligenti ed efficienti e sicure e affidabili. La nostra missione è quella di guidare la trasformazione della mobilità in Europa e allo stesso tempo garantire che l'industria automobilistica rimanga un forte player globale e competitivo».

Nuovo sito con più cifre e statistiche

In un comunicato, l'Acea sottolinea di "agire come un tutt'uno con posizioni industriali comuni che riflettono anche gli interessi generali dei cittadini europei, degli utenti e degli operatori dei trasporti e dei lavoratori dell'industria automobilistica".

Acea intende "favorire il dibattito sulla mobilità e portare la sua esperienza ai tavoli, in modo che le decisioni adottare dalla politica siano prese con un set di informazioni più dettagliate".

Sulla base di queste considerazioni, l'associazione ha anche lanciato il suo nuovo sito web, www.acea.auto. Un portale arricchito da fatti e cifre sull'industria automobilistica, comprese infografiche interattive e molte altre risorse. 

L'Acea è stata fondata nel 1991. Tra i soci aderenti ci sono i 15 principali costruttori europei di settore (automobilistico e dei mezzi di trasporto). L'organizzazione rappresenta anche le associazioni manufatturiere di 29 Paesi, per l'Italia partner dell'Acea è l'Anfia, l'associazione aderente a Confindustria che rappresenta la filiera automobilistica e che è presieduta da Paolo Scudieri.