Voglia di vacanze, voglia di automobile. Un binomio a cui siamo abituati da sempre e, c'era da immaginarselo, ancora più inscindibile ora che la grande pandemia sembra aver perso parte della sua pericolosità.

A certificarlo arriva comunque un'indagine ad hoc sulle intenzioni degli italiani di effettuare vacanze nel periodo giugno-settembre 2021, condotta dall’Istat con la collaborazione del ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili (MIMS). 

Dall'analisi dell'Istituto di statistica emerge che il 50,1% degli intervistati ha in programma di andare in vacanza. L'Italia resta la meta preferita per le ferie: il 33,3% sceglierà la regione di residenza mentre il 63,6% opterà per un'altra regione. Solo il 6,2% prevede di andare all'estero.

In macchina il 90,4% nel Centro Italia

Ma quello che rileva, confermando alcune stime circolate nelle scorse settimane, è il numero degli italiani che andrà in vacanza: nell'84,0% la scelta ricade sul mezzo personale (principalmente l'automobile), soprattutto al Centro-sud (90,4% al Centro, 86,8% nel Mezzogiorno).

Estate 2021, i dati Istat sulle vacanze degli italiani

Treno, aereo e nave raccolgono preferenze piuttosto esigue, sono infatti indicati rispettivamente dal 9,4%, 9,3% e 3,9% degli intervistati. 

Ferie tra casa e albergo

Per la tipologia di alloggio, il 34% dei rispondenti preferisce la sistemazione collettiva in albergo/hotel/pensione, seguita a breve distanza dalla casa/appartamento di proprietà (32,4%) e dalla casa/appartamento in affitto (26,3%).

Estate 2021, i dati Istat sulle vacanze degli italiani

Il 7,8% ha intenzione di soggiornare in campeggio mentre solo il 3,6% sceglie il villaggio turistico. Anche in questo caso le preferenze cambiano a seconda della ripartizione in cui si vive. La casa di proprietà ad esempio è molto più diffusa al Centro (38,3%) e nel Mezzogiorno (36,7%) mentre la sistemazione collettiva in albergo/hotel/pensione è decisamente più scelta al Nord (40,3%) rispetto al Mezzogiorno (23,4%) dove anche il campeggio incontra molte più preferenze che nel resto del Paese (14,2% contro 7,8% della media Italia).

Giovannini: campagna di guida sicura

Il ministro delle delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, pur ribadendo la preferenza del Pnrr e del suo dicastero per la "cura del ferro", cioè per il trasposto ferroviario, sottolinea che a breve ci sarà una campagna per la guida sicura e che il monitoraggio dei cantieri su strade e autostrade sarà più stretto.

Ecco quanto ha sottolineato Giovannini in una nota:

"Spostarsi lungo la penisola in auto è la propensione della stragrande maggioranza degli italiani che, secondo l’Istat, sceglieranno solo in misura marginale il treno, mezzo di gran lunga più ecologico e sicuro. Oltre ad aver migliorato, grazie a Trenitalia, la sicurezza a bordo dei treni e l’offerta estiva delle tratte ferroviarie nazionali e regionali, avvieremo una campagna di comunicazione per la guida sicura e monitoreremo con attenzione i cantieri su strade e autostrade."

Giovannini ha poi aggiunto:

"Le persone, le famiglie che durante i mesi estivi si sposteranno, e dall’indagine emerge che oltre l’80% lo farà con l’auto propria, dovranno essere agevolati da una viabilità scorrevole e sicura. Ci adopereremo per ridurre al minimo i disagi provocati dai cantieri su strade e autostrade, necessari per le attività di adeguamento e di manutenzione delle infrastrutture, e per rendere scorrevoli i flussi di traffico verso le mete turistiche più frequentate."

Fotogallery: Estate 2021, i dati Istat sulle vacanze degli italiani