L'edizione 2021 della 1000 Miglia è pronta a partire, come sempre da Brescia per fare rotta verso Roma e ritorno, con una ricca lista di auto pronte ad animare ancora una volta la "corsa più bella del mondo". Una carovana composta da veri e propri gioielli su ruote, a gareggiare su strade regolarmente aperte al pubblico. Un fascino che deve fare i conti con gli spostamenti degli automobilisti e che vede in Waze un prezioso alleato.

Anche quest'anno infatti l'app di navigazione social infatti è al fianco della 1000 Miglia e, grazie al lavoro dei Map Editor, segnalerà in tempo reale eventuali disagi al traffico e gli orari della chiusura delle strade, così da evitare ingorghi o prolungate (e inattese) soste. Tutte le informazioni relative alle interruzioni stradali e agli orari di apertura e chiusura delle vie cittadine saranno costantemente aggiornate nella pagina dedicata ai grandi eventi presente sul sito web di Waze.

La corsa per tutti

E proprio come l'anno scorso anche nel 2021 Waze prenderà parte alla gara con la speciale Alfa Romeo 1900 IT del 1954 creata appositamente per Clay Ragazzoni e protagonista di una speciale prova del nostro Andrea. Una vettura nata proprio grazie alla collaborazione dell'ex pilota di Formula 1 e che quest'anno vedrà alternarsi 3 differenti equipaggi, ognuno composto da un driver affetto da disabilità.

La prima tappa avrà come protagonista Francesca Stanguellini, lady driver prima in Formula Ford e poi nella regolarità classica, amputata alla gamba sinistra. Nella seconda tappa invece l'Alfa verrà guidata da Fabrizio Zugliano, affetto da una rara malattia degenerativa che lo costringe sulla carrozzina, per la terza e ultima tappa ci sarà Giuseppe Volpes, affetto da disabilità fin da bambino.

Non abbassare la guardia

L'ultima iniziativa promossa da Waze in occasione della 1000 Miglia 2021 riguarda la pandemia da Covid-19: chiunque avrà l'app attiva nei pressi delle tappe toccate dalla gara vedranno comparire messaggi che invitano a rispettare tutte le normative vigenti, per evitare così contagi.