"E allora che facciamo, ci mettiamo a lavorare sulla storia della Lancia del futuro? Allons y, andiamo!" È con la frase conclusiva del primo episodio del nuovo documentario sulla storia Lancia che vogliamo partire per segnalare che davvero qualcosa si sta muovendo per il marchio italiano.

Le parole sono di Luca Napolitano, il nuovo CEO Lancia e di Jean-Pierre Ploué, responsabile del design Lancia, che nella prima puntata della video serie "115 anni di Eleganza in Movimento" ribadiscono la volontà del gruppo Stellantis di far rinascere il marchio torinese.

Un primo segnale importante di cambiamento

Si tratta di un segnale importante, anche se potenziale e simbolico, che arriva dopo gli annunci di un ritorno in grande stile del marchio Lancia, con il posizionamento tra i marchi premium di Stellanti (assieme ad Alfa Romeo e DS).

Questa mini serie su Youtube in diversi episodi traccia la storia e l'evoluzione dello stile Lancia, ma anche la tecnologia e i successi sportivi, dalla fondazione nel 1906 ad oggi, senza dimenticare ciò che potrà diventare il marchio italiano.

Dalla Ypsilon a un nuovo futuro

Ricordiamo infatti che a Lancia, così come agli altri marchi di Stellantis, è concesso un periodo di dieci anni per "emergere", rinascere come un'Araba Fenice dalle proprie ceneri, visto che ad oggi l'unico modello prodotto è la Lancia Ypsilon venduta solamente in Italia.

Lancia

Come sperano tanti appassionati e nostalgici del marchio Lancia, guidato da Luca Napolitano che coordina un nuovo team di quattro responsabili, oltre ad un futuro elettrificato ed elettrico, ci potrebbe essere spazio per una nuova identità di marca con modelli iconici pronti a riportare in auge una storia davvero ricca di successi.

Modelli iconici da riproporre

Perché non ipotizzare quindi il ritorno di uno stile Lancia ispirato ai modelli del passato più popolari, tipo Delta, Fulvia Coupé, Thema, Aurelia, Beta o la stessa Ypsilon che è diretta erede delle altrettanto amate Autobianchi A112 e Y10.

Lancia

Una via possibile per la rinascita Lancia potrebbe essere davvero incentrato sullo stile iconico, sempre sfruttando le sinergie delle piattaforme modulari del gruppo Stellantis, ma riproposto in chiave moderna ed elettrificata. Un po' come ha fatto e sta facendo il gruppo BMW con il marchio MINI, portato in vent'anni di lavoro e investimenti a livelli mai visti prima di raffinatezza, lusso e sportività, anche in chiave SUV.

Si parte dal "Design senza tempo"

Godiamoci quindi questo Capitolo 1 del documentario ufficiale che ripercorre la gloriosa storia Lancia e ci catapulta nel futuro del marchio, intitolato "Design senza tempo" e affidato a Luca Napolitano e a Jean-Pierre Ploué, uomini chiave della rinascita che dimostrano di conoscere davvero bene le auto che portano il nome di Vincenzo Lancia.