Stellantis continua ad investire sulla ripresa di Lancia. Recentemente, Jean-Pierre Ploué, il direttore del design del Gruppo, è stato nominato nuovo designer del marchio italiano.

Secondo quanto riportato da Automotive News, l’ex designer di Citroen C4, C5, C6 e DS 3 starebbe lavorando a tre modelli Lancia: una city car, una crossover e una berlina compatta.

Tutte le novità di Lancia

Lo sviluppo di almeno tre nuovi modelli dà concretezza alle parole dei vertici di Stellantis John Elkann e Carlos Tavares. Entrambi hanno affermato più volte di vedere in Lancia un simbolo dell’eleganza italiana con grande potenziale anche per mercati diversi dall’Italia.

Partendo dal primo modello, è probabile che si stia parlando dell’erede della Ypsilon che dovrebbe arrivare a metà 2024 e che sarà la prima elettrica nei 115 anni di storia di Lancia. Oltre alla variante a batteria, ne verrà proposta anche una a benzina.

Lancia Ypsilon restyling 2021
Lancia Ypsilon restyling 2021

Essa sarà probabilmente costruita a Tychy, in Polonia, e si baserà sulla seconda generazione dell’architettura eCMP di PSA che verrà implementata nei modelli che usciranno da fine 2022.

La crossover è attesa per il primo quadrimestre del 2026 e sarà esclusivamente elettrica e basata sulla piattaforma STLA di Stellantis (precedentemente conosciuta in PSA col nome di e-VMP). Secondo alcune voci riportate sempre da Automotive News, la Lancia a ruote alte dovrebbe essere prodotta nell’impianto di Melfi dove vengono già assemblate Jeep Renegade, Compass e Fiat 500X.

[Copertina] - Lancia Delta, il
L'ultima generazione di Lancia Delta è uscita di produzione nel 2014

Lo sviluppo della berlina compatta, invece, è ancora in una fase embrionale. Il progetto è sul tavolo dei dirigenti di Stellantis, i quali vogliono prima capire se ci possano essere margini di vendita interessanti per un’eventuale erede della Delta. In ogni caso, non la vedremo prima del 2027.

Il momento del rilancio

Nonostante abbia vissuto anni difficili, Stellantis è convinta di riuscire a ridare prestigio al brand Lancia. Da tempo la gamma del marchio è molto ridotta e attualmente comprende esclusivamente la Ypsilon.

Una decina di anni fa era stato fatto un tentativo per allargare il ventaglio di prodotti attraverso il “rebadging” di modelli Chrysler. Ad esempio, la Chrysler 300 era stata offerta in Europa come Lancia Thema, mentre la Chrysler 200 Sedan era stata ribattezzata Fulvia. Successivamente, Sergio Marchionne, l’allora CEO di FCA, decise di limitare le vendite di Lancia all’Italia visti i risultati modesti conseguiti sugli altri mercati europei.

La Ypsilon, comunque, “tiene” ancora piuttosto bene. Secondo i dati di JATO Dynamics, la piccola Lancia è stata venduta in 43 mila esemplari nel corso del 2020 classificandosi al terzo posto nel segmento delle compatte premium dietro a MINI e Audi A1.

Fotogallery: Lancia Ypsilon restyling 2021