Volkswagen interromperà la vendita di veicoli con motori termici in Europa entro il 2035 per passare al 100% a modelli elettrici. Il passaggio totale alla batteria avverrà più tardi nei mercati del resto del mondo come quelli degli Stati Uniti e della Cina.

A tracciare la rotta per il brand tedesco è Klaus Zellmer, il responsabile delle vendite del marchio nel corso di un’intervista al Muenchner Merkur.

Volkswagen, Audi, Fiat e altri in arrivo

La Casa aveva svelato la propria strategia lo scorso marzo affermando che entro il 2030 avrebbe venduto il 70% dei modelli elettrici. Ora, la nuova decisione dovrebbe preparare l’azienda alle restrittive normative europee riguardo alle emissioni. Il percorso “green” di Volkswagen si concluderà nel 2050, data in cui il brand prevede di raggiungere la neutralità climatica.

Volkswagen ID.4
Volkswagen ID.4

Non si tratta del primo marchio ad aver fissato una data per il passaggio all’elettrico. Audi ha già annunciato che dal 2026 produrrà solo auto a batteria, mentre nel 2030 sarà il turno di Fiat. È probabile che nelle prossime settimane vedremo sempre più annunci di questo tipo nel tentativo di tenere il passo del possibile giro di vite alle emissioni di CO2 che ha in programma l’Unione Europea.

L’Europa accelera i tempi

La proposta dell’UE verrà discussa il prossimo 14 luglio, ma si parla di una riduzione del 60% delle emissioni di CO2 entro il 2030 e del 100% per il 2035: in pratica, dopo questa data sarebbe impossibile produrre auto con motore termico.

La decisione accelererebbe ulteriormente la svolta elettrica, un aspetto al quale le case stanno già lavorando da diversi anni. Gli attuali obiettivi europei approvati nel 2018 sono di una riduzione del 15% entro il 2025 rispetto alla media di 95 g/km di CO2 del 2021. Entro il 2030, invece, il taglio previsto è del 37,5%.

È chiaro che i nuovi target darebbero un altro scossone ad un settore che non si è ancora ripreso del tutto dalla pandemia e che continua a vivere il problema della crisi dei chip.

Al tempo stesso, resta da capire quale sarà l’impegno dei governi riguardo la creazione di infrastrutture di ricarica e non solo. Con un parco di auto elettriche destinato a crescere esponenzialmente nei prossimi anni, infatti, sarà necessario adeguare rapidamente l’offerta di energia.

Fotogallery: Volkswagen ID.3 First Edition