Il business delle auto volanti attira anche Porsche. Il settore della mobilità verticale è destinato a crescere esponenzialmente nel corso dei prossimi anni e le Case hanno iniziato da tempo la corsa alla conquista dell’aria.

Ora anche il costruttore tedesco ammette ufficialmente di essere fortemente interessato ad avviare dei progetti specifici.

I taxi del futuro

Lo sviluppo dei veicoli VTOL potrebbe diventare sempre più interessante nei prossimi 15 anni. Non solo per il trasporto privato: questi velivoli potrebbero essere usati come taxi del futuro.

Lo studio di Porsche sui taxi volanti

Secondo Porsche, il mercato della mobilità verticale potrebbe valere circa 27 miliardi di euro entro il 2035. Per arrivare a questo punto, però, sarebbero necessari investimenti in ricerca e sviluppo di almeno 17 miliardi di dollari. Senza contare tutto l’adeguamento in termini di infrastrutture e regolamentazione.

Così Gregor Grandi, Senior Partner al Porsche Consulting e autore dello studio di fattibilità realizzato dal marchio tedesco:

“La mobilità verticale può diventare un’area di sviluppo molto lucrativa. Servono aziende coraggiose, grandi investimenti e un senso di responsabilità. Ovviamente anche la sicurezza e l’integrazione sociale di questa nuova soluzione giocheranno un ruolo fondamentale”.

Lo studio completo elaborato da Porsche  

Una nicchia in crescita

Il business intercetterebbe la domanda di almeno 500 mila passeggeri al giorno e per farlo servirebbero almeno 1.000-2.500 punti di decollo/atterraggio in circa 60 città del mondo.

È chiaro, comunque, che si sta parlando di una nicchia di mercato. Porsche, infatti, stima una quota dello 0,3% delle reti di trasporti totali nel mondo. Per implementare davvero i VTOL, quindi, servono ancora più idee e strategie.

Lo studio di Porsche sui taxi volanti

Oltre ai taxi volanti, c’è chi punta anche sui veicoli privati con le ali. È il caso, ad esempio, di Stellantis che ha avviato una collaborazione con l’azienda californiana Archer Aviation per realizzare un velivolo elettrico che verrà assemblato dal 2023.

Chissà, quindi, se un domani vedremo in cielo Fiat 500 o Porsche 911 volanti.

Fotogallery: Lo studio di Porsche sui taxi volanti