Auto in esposizione, concept, test drive, laboratori interattivi e sfide tra start-up: BMW, all'IAA, gioca in casa

Dopo 70 anni a Francoforte sul Meno, il Motor Show IAA si svolgerà per la prima volta a Monaco dal 7 al 12 settembre 2021. Si tratterà di un salone diffuso che andrà in scena nelle piazze del centro di Monaco come Marienplatz, Odeonsplatz o Max-Joseph-Platz.

Un'occasione importantissima per il Gruppo BMW che farà a tutti gli effetti gli onori di casa. Sarà il più grande espositore dell'evento e accoglierà i visitatori sia nei padiglioni del polo espositivo che nella sede centrale della Casa, nel BMW Welt, nel Museo BMW e a Max-Josef-Platz in hub specifici e dedicati a temi quali sostenibilità ed economia circolare.

Auto elettriche e a idrogeno: il futuro ha diverse forme

BMW esporrà per la prima volta al pubblico al Salone di Monaco le due nuove elettriche i4 e iX che arriveranno sul mercato a novembre di quest'anno. La i4, basata sulla Serie 4 Gran Coupé, è una coupé a quattro porte con un'autonomia dichiarata fino a 590 km. La iX, invece, è più particolare: si tratta di un SUV di grandi dimensioni a trazione integrale e con un'autonomia dichiarata di 630 km.

Fotogallery: BMW i4

In mostra ci sarà anche la seconda generazione di BMW i Hydrogen NEXT, SUV basato sulla X5 che riporta l'attenzione sul mondo della propulsione ad idrogeno che ha ancora tanto margine di sviluppo. Si tratta di un veicolo completamente elettrico, attualmente in fase di test, che si muove convertendo l'idrogeno in energia elettrica. Ci si potrà salire da passeggeri dato che farà da navetta tra le varie location della fiera.

MINI, la concept Urbanaut al centro della scena

Anche MINI, ovviamente, avrà un hub intero dedicato alle ultime novità, ai concept e alle tecnologie in fase di sviluppo. Protagonista della scena sarà la concept Urbanaut presentata per la prima volta al #NEXTGen 2020: sarà esposta all'interno del padiglione e il pubblico avrà la possibilità di toccarla con mano e di salire a bordo. La MINI Vision Urbanaut incarna il concetto di "uso intelligente dello spazio", fornendo un'eventuale risposta alle esigenze cittadine adattabile a quello che potrebbe essere lo stile di vita del futuro.

Fotogallery: Mini Vision Urbanaut (2021)

Si tratta di un veicolo elettrico modulabile a seconda delle occasione, da che si cerchi un posto tranquillo e lontano dalla frenesia cittadina a un luogo dove trascorrere del tempo in compagnia di amici e familiari. Rispetto a un'auto tradizionale, l'interno è stato reinventato: è caldo e accogliente attraverso l'uso di materiali sostenibili come il sughero per il pavimento e il volante estraibile e tessuti riciclati per i sedili. Il sedile del conducente può rotare di 180°, il cruscotto abbassarsi e trasformarsi in un divano letto e il parabrezza abbassarsi per un quasi "effetto balcone".

Spazio ai giovani con il programma BMW Startup Garage

BMW ha riservato uno spazio dedicato alle startup più innovative del settore che, ora, fanno parte del programmaBMW Startup Garage svolgendo già un ruolo importante di ricerca all'interno della Casa.

Il 9 settembre si terrà l'evento live Open Call 360° Sustainability Challenge che darà la possibilità ad altre giovani aziende di presentare le loro tecnologie e idee nell'ambito della sostenibilità urbana. Le migliori avranno accesso al programma di venture client di BMW Startup Garage, aprendo l'opportunità per una relazione a lungo termine con i fornitori.

Mobilità sostenibile e circolare: i laboratori dell'IAA

Oltre all'esposizione fisica di auto e concept, BMW ha organizzato anche diversi laboratori per approfondire le tematiche più interessanti del momento. Il BMW Group si è prefissato un duplice obiettivo: ridurre le emissioni di CO2 in fase di produzione dell'80% entro il 2030 e di portare sulle strade circa dieci milioni di veicoli completamente elettrici nei prossimi dieci anni riducendo di un terzo le emissioni di CO2 per veicolo nel corso del ciclo vita.

Con il Sustainability Lab, BMW vuole accendere i riflettori oltre lo sviluppo di veicoli a emissioni zero, affrontando temi come la sostenibilità sociale, analizzando le catene di approvvigionamento delle materie prime, del riciclo delle stesse, della responsabilità sociale e discutendo con il pubblico delle nuove tecnologie e delle innovazioni sviluppate affinché la mobilità urbana sia effettivamente più sostenibile. I temi generali saranno presentati con l'aiuto di avatar e di robot interattivi in grado di muoversi su e giù per una passerella e di proiettare e illustrare le risposte alle domande più semplici.

"L'obiettivo di BMW è conciliare gli interessi economici con l'ecosistema naturale", afferma Jens Thiemer, "lo raggiungeremo attraverso un nuovo modo di pensare, attraverso il riutilizzo di materiali riciclabili".

Fotogallery: BMW iX xDrive 50, la prova del SUV elettrico